Quando la mela è pericolosa e non va mangiata? La risposta della medicina

Quando la mela è pericolosa e non va mangiata? Forse non tutti sanno che la mela può provocare gonfiore delle labbra, alla bocca ma anche edema della glottide. A volte può provocare anche manifestazioni cutanee o respiratorie come ad esempio asma bronchiale. Si sono verificati anche casi di choc anafilattico. Una mela, infatti, può rappresentare un pericolo per chi soffre di allergie alle betulaceae. Tutta colpa della cross-reattività tra pollini di alcune famiglie e vari alimenti vegetali. In particolare a provocare problemi è la profilina, una proteina allergenica che quando si ritrova sia nelle piante sia negli alimenti, crea una sorta di somiglianza tra le sostanze più impensate. Ecco perché la mela può scatenare un attacco allergico in chi non tollera le betulaceae. In questo casi si rischia una sindrome orale allergica: un’irritazione delle labbra e della bocca.

Tutte le mele sono pericolose allo stesso modo? in caso di conclamata allergia alla mela, sarà l’allergologo a indicare se e come consumare questo frutto. Nel caso delle mele, infatti, le concentrazioni di allergeni variano in base alle condizioni di coltivazione, da varietà a varietà, da pianta a pianta e da frutto a frutto. La proteina che scatena l’allergia è presente sia nella polpa che nella buccia della mela. E’ contenuta in maggior quantità nella buccia. La sua concentrazione aumenta in base al livello di maturazione del frutto. Alcune molecole allergeniche delle mele sono resistenti al calore mentre altre si distruggono con la cottura. Ecco perché le mele cotte potrebbero essere più sicure di quelle crude ma anche le mele sbucciate potrebbero essere consumate con un minor rischio di reazioni allergiche.

Quali sono i sintomi dell’allergia alla mela? Tra i principali sintomi dell’allergia alla mela troviamo: la sindrome orale allergica, reazione tipica che si manifesta in coloro che presentano cross reattività ai pollini e agli alimenti. Questa sindrome può suddividersi in diverse fasi. Si inizia con la bocca, cioè la parte del corpo che entra subito in contatto con l’alimento. Si manifesta subito prurito e bruciore al palato, alla lingua e alle labbra, insieme, eventualmente, a un gonfiore anomalo delle labbra. Si possono anche manifestare angioedema, shock anafilattico, orticaria, rinocongiuntivite, asma, edema laringeo, disturbi intestinali, prurito e dermatite alle mani.

Come combattere il pericolo della mela? Di fronte a dei sintomi anomali dopo l’ingestione di una mela bisogna subito consultare il proprio medico di base che potrebbe prescrivere dei primi test allergologici alimentari. In base al risultato di questi primi esami si possono fare analisi più approfondite per trovare con più esattezza quali molecole allergeniche provocano reazioni nei soggetti allergici.

Quali sono le proprietà della mela? La mela apporta poche calorie. La mela è consigliata per prevenire tumori, diabete, dissenteria, costipazione, febbre, malattie cardiache, scorbuto e verruche. Il consumo di almeno una mela al giorno può aiutare a prevenire alcune forme tumorali, in particolare da quelli del colon retto e ai polmoni. La mela aiuta protegge anche la salute dai fattori di rischio cardiovascolare (aterosclerosi, ipercolesterolemia, obesità e diabete) e da disturbi respiratori (in particolare l’asma).