I 7 cibi che allungano la vita: CLASSIFICA

«Siamo quello che mangiamo». E’ una frase che abbiamo sentito dire tante volte anche da esperti della nutrizione. A dire il vero già nell’antichità si conoscevano le potenzialità del cibo sulla salute dell’uomo. Ippocrate ebbe a dire: «fai del cibo la tua medicina». Oggi grazie a tanti studi scientifici questa frase diventa sempre più vera. Sono finiti i giorni nei quali si diceva che a tavola si poteva portare di tutto. Oggi è sempre più vero il fatto che quello che portiamo a tavola può migliorare la nostra salute e ci può mantenere in vita più a lungo. I siti internet sono pieni di consigli sui cibi che allunga la vita. Spesso, per, questi consigli sono senza conferme scientifiche. Noi abbiamo fatto una ricerca, fra le tante ricerche che sono state portate avanti sull’argomento, ed abbiamo stilato una classifica sui 7 cibi che allungano la vita secondo la scienza. Eccoli.

1. Le verdure a foglia verde. Chi mangia verdure a foglia verde sta bene e vive più a lungo. Uno studio pubblicato sull’International Journal of Epidemiology ha evidenziato quali sono le verdure da mangiare per vivere più a lungo. Fra quelle a foglia lunga bisogna puntare su spinaci, broccoli e cavoli. Proprio i cavoli riducono le malattie cardiovascolari e sono associati anche a un minor rischio di cancro.

2. La frutta. Uno studio pubblicato su «The Lancet» sostiene che la morte di 82 milioni persone in tutto il mondo potrebbe attribuirsi a un basso consumo di frutta. Lo studi rivela che il rischio di mortalità diminuisce del 10% circa quando si mangiano fino a circa 250 grammi di frutta al giorno.

3. I legumi. Mangiare ceci, fagioli e lenticchie, secondo una indagine pubblicata sull’American Journal of Clinical Nutrition fa vivere di più. Secondo gli studiosi il rischio di mortalità diminuisce del 16% quando l’assunzione di legumi è di 150 grammi al giorno.

4. Cereali integrali. Uno studio finanziato dall’Organizzazione mondiale della sanità ha evidenziato una riduzione del 15-30% del tasso di mortalità in coloro che mangiano cereali integrali. Il consumo di questi cibi ricchi di fibre è correlato anche con una ridotta incidenza del 16-24% di malattie coronariche, ictus, diabete di tipo 2 e cancro del colon-retto.

5. Frutta secca. Diversi studi hanno evidenziano che il consumo regolare di frutta secca porta a un minor rischio di malattie cardiache e di morte per qualsiasi causa.  Per avere questi benefici serve mangiare noci e mandorle almeno tre volte a settimana ma senza esagerare. Le noci, per esempio, apportano molte calorie e quindi bisogna mangiarle con molta attenzione e senza esagerare.

6. Il pesce ricco di olio omega-3. I risultati di una ricerca pubblicata su «Journal of Internal Medicine» dimostra che gli uomini e le donne che consumano più omega-3 ottengono una riduzione del 15% e del 18% della mortalità cardiovascolare. Questa sostanza si trova in particolare in alcuni pesci. Va bene quindi mangiare questi pesci purchè, dicono i ricercatori, non vengano fritti.

7. Il cibo piccante. Uno studio portato avanti in Cina su mezzo milione di persone ha evidenziato che le persone che mangiano cibo piccante sei giorni alla settimana hanno il 14% in meno di probabilità di morire rispetto a coloro che lo comminano una volta alla settimana. I cibi piccanti possono anche aiutare il metabolismo e quanti portano avanti una dieta dimagrante.