I 4 modi per conservare la zucca con i consigli della nonna

In frigorifero, congelata, in barattolo ed anche intera. Ecco i 4 modi per conservare la zucca con i consigli della nonna. L’obiettivo è quello di avere sempre a disposizione la zucca anche quando è fuori stagione perché d essa non si può fare mai a meno per alcune deliziose ricette.

A prescindere dal modo come conserveremo la zucca, la prima cosa da fare è dividerla a grossi spicchi e con un coltellino eliminare tutta la parte centrale ricca di semi e di filamenti. A questo punto staccare la buccia, compresa la parte intermedia biancastra che sta tra la scorza e la polpa.

Ecco i 4 modi per conservare la zucca con i consigli della nonna

Per congelare la zucca va decorticata e vanno tolti i semi. Tagliata a cubetti va riposta nel congelatore all’interno di un contenitore per alimenti. La zucca così conservata va cucinata ancora congelata. Per questo le dimensioni dei cubetti dovranno essere in funzione della preparazione a cui si vuole impiegare. Cubetti piccoli per un risotto, più grossi per una vellutata.

Per chi pensa di utilizzare la zucca entro 3 giorni può conservarla in frigorifero. In questo caso non va tolta la buccia. Bisogna solo coprire con una pellicola il lato decorticato che si trova senza buccia. In alternativa si può mettere in un contenitore per alimenti ad evitare che si secchi.

Per conservare la zucca al naturale basterà metterla in barattoli con la chiusura ermetica. Aggiungere due fette di limone biologico con del pepe e una foglia di alloro. Aggiungere fino all’orlo acqua calda salata e chiudere ermeticamente. Far bollire bene per circa un’ora.

Se si vuole conservare la zucca intera senza tagliarla occorre metterla in un posto a temperatura ambiente. Per essere certi di preservarne intatti gusto e fragranza la nonna consiglia di esporla al sole tiepido autunnale per dieci giorni. Attenzione, però, a ritirarla al chiuso dopo il tramonto per evitare che l’umidità della sera la rovini.