Controlla fra le tue vecchie monete: se hai queste 20 lire sei ricco

La ricerca di oggi è fra le monete coniate nel 1956 ed in particolare fra quelle da 20 lire. Nel dritto portano la testa di Cerere volta a sinistra e coronata con spighe di grano. Attorno la scritta «Repubblica Italiana» e sotto il nome Giampaolo. Nel verso un ramo di quercia che è simbolo di forza e perseveranza. A sinistra l’ammontare della moneta: L 20 e la lettera “R”. A destra l’anno di conio: 1956 e la lettera “P” di Prova. La moneta dal contorno liscio ha un diametro di 21,3 millimetri e pesa 3,6 grammi.

Questa moneta da 20 lire del 1956 con la scritta “Prova” sono tra le lire più rare che si possono possedere. Sono classificate come R2 e sono solo 1.500 esemplari. Il valore delle venti lire del 1956 con la lettera “P” parte da 500 euro per quelle classificate bellissime (BB) e possono raggiungere un valore che supera anche i 2.000 euro per le monete valutate Fior di Conio (FDC). In questo caso la moneta deve essere senza i segni di circolazione e al massimo può presentare limitati segni di contatto con altre monete dovuti al processo produttivo. Gli unici 2 esemplari di 20 Lire del 1956 senza la lettera “P” sono classificate come R5 e si trovano al museo della zecca.

Bisogna stare molto attenti alle monete da 20 lire del 1956. Se ci si dovesse trovare fra le mani con una moneta di quest’anno senza la lettera “P” siamo di fronte ad una moneta il cui valore è davvero inestimabile. Le prime monete del 1956 vennero tutte ritirate dalla circolazione e la maggior parte degli esemplari furono fusi.

Per questo oggi in molti si chiedono che valore può avere la moneta da 20 lire del 1957. Dipende dalla particolarità del disegno che presenta delle varianti interessanti. Alcune possono avere la base del 7 più grossa oppure il ramo più spesso. Il valore di questa moneta comunque non è elevato. Il suo valore può arrivate anche a 50 euro se conservate in FDC e se è presente il numero “sette” con un piede leggermente più largo. Vale 50 euro, in questo caso, perché è non comune NC

Se hai queste 20 lire se ricco

Altre monete da 20 lire che hanno un certo valore sono quelle coniate nel 1968  in bronzo. Sono andate in circolazione e per questo non portano alcuna scritta “Prova”. Queste monete oggi valgono solo 100 euro se sono nelle condizioni di Fior di conio (FDC). In caso contrario se sono splendide il loro valore scende a 75 euro circa a moneta.