A Margherita Lo Verde il premio “migliore film straniero di regista italiano”

Ecco la motivazione della Giuria: «In 20 minuti la regista affronta i temi dell’amicizia e dell’incontro ambientandoli all’interno di uno spazio domestico. Idee, progetti, sentimenti e nostalgie di alcuni amici che si ritrovano a Madrid diventano l’occasione per far venire fuori confessioni intime ed emozioni confidenziali. Grazie alla scelta del bianco e nero la regista mette a confronto le nuove tendenze filosofiche dello stare insieme attraverso un gioco di immagini che si intrecciano con riprese che mettono al centro il ruolo dell’ombra che accompagna molto spesso le giovani generazioni. Ne viene fuori uno spaccato di passioni che lasciano spazio ai sogni di una generazione che troppo spesso ha vissuto proprio all’ombra di una cultura poco attenta alle nuove tendenze culturali”.