Covid, ogni 31 ricoverati in ospedale, 28 non sono vaccinati: i dati choc dell’Iss

Ogni 31 ricoverati in ospedale per Covid 28 non sono vaccinati. Il dato è dell’Istituto superiore della Sanità.

Dal 4 aprile (la data in cui la vaccinazione è stata estesa alla popolazione generale) al 18 luglio, l’efficacia complessiva della vaccinazione, aggiustata per età, è superiore al 70% nel prevenire l’infezione in vaccinati con ciclo incompleto (70,2%) e superiore all’88% per i vaccinati con ciclo completo (88,2%). L’efficacia nel prevenire l’ospedalizzazione, sale all’81% con ciclo incompleto e al 95% con ciclo completo. L’efficacia nel prevenire i ricoveri in terapia intensiva è pari all’89% con ciclo incompleto e 97% con ciclo completo. Infine, l’efficacia nel prevenire il decesso è pari all’80% con ciclo incompleto e a 96% con ciclo completo.

«Se i vaccini non fossero efficaci nel ridurre il rischio di infezione, non si osserverebbero differenze nel numero di casi tra vaccinati e non vaccinati». Le differenze sono ancora più evidenti quando i dati vengono stratificati per fascia di età. Al 3 luglio, negli over 80, l’85% risulta essere vaccinato con ciclo completo. Al 21 luglio circa il 93% degli ultraottantenni in Italia ha ricevuto almeno una dose di vaccino e più del 90% ha completato il ciclo vaccinale. Hanno raggiunto una copertura vaccinale superiore all’80% in questo gruppo di età, 19 Regioni o Province autonome. Sotto l’80% solo Calabria e Sicilia. Nella fascia di età 70-79 anni, oltre l’88% ha ricevuto almeno una dose di vaccino e più dell’80% ha completato il ciclo vaccinale.