Gratteri: messaggio di Don Nicola alla Comunità

Carissima Comunità di Gratteri,
all’indomani dalla nomina a Parroco sento il bisogno di rivolgere a tutti il mio più affettuoso e cordiale saluto.
In questo momento sono tanti i sentimenti che porto nel cuore in attesa di intraprendere il mio ministero in mezzo a voi.
Fin da quando il nostro Vescovo mi ha prospettato Gratteri, come la comunità da servire, il mio cuore si è subito aperto al quel “SI” che ha scandito questi venti anni di Sacerdozio.
Sono stati mesi in cui, custodendo nel cuore questa prospettiva, ho affidato al Signore tutta quanta la mia vita e quella della Comunità.
Di ritorno dagli esercizi di Sinodalità che si sono svolti a Gibilmanna, passando da Gratteri al tramonto del sole, ho gustato dell’incantevole e meraviglioso scenario che mi si apriva davanti, aprendo il cuore alla Lode al Creatore.
Ricordo ancora i mesi trascorsi li a Gratteri nel 2001 come Diacono. L’allora Vescovo Mons. Francesco Sgalambro, mi ha chiesto di svolgere il mio servizio da Diacono, in preparazione all’Ordinazione Sacerdotale a Gratteri e ricordo ancora la grande fede del popolo di Gratteri che in quel mese di maggio e parte di giugno esprimeva il proprio amore alla Vergine Maria e poi all’Eucarestia in occasione della festa del Corpus Domini.
Ora eccomi qui dopo venti anni a servire questa diletta Comunità.
Sono certo che nonostante il tempo presente il Signore non mancherà di manifestarci il suo amore e di darci forza per affrontare insieme il tratto di strada che ci sta davanti.
Rivolgo il mio più affettuoso saluto a Padre Mario, che in questi anni con zelo pastorale ha guidato e sorretto la comunità.
Saluto P. Antonio D’angelo, che ringrazio per il suo cordiale auguro. Il mio Saluto raggiunga le Confraternite e le Associazioni parrocchiali e sociali che operano nella comunità.
Il mio saluto e il mio abbraccio ai bambini, ai ragazzi e ai giovani, che sono il futuro e la Speranza della Comunità.
Il mio pensiero va alle Famiglie, alle persone sole, anziane, agli ammalati e a coloro che soffrono nel corpo e nello spirito.
Rivolgo il mio più sincero saluto alle Autorità Civili e Militari, che esercitano il loro servizio nella Comunità. Ringrazio il Sindaco per il messaggio augurale che mi ha voluto rivolgere tramite i canali social.
Sperando di non aver dimenticato nessuno saluto anche i Grattaresi emigrati.
In attesa di incontrarci e di intraprendere insieme il cammino vi affido al Signore per intercessione della Gran Signura, la Madonna di Gibilmanna a cui la Comunità di Gratteri è molto legata e all’intercessione del nostro Santo Patrono l’Apostolo Giacomo.
Il Signore vi benedica e vi custodisca nel suo Amore.
Con affetto
Don Nicola