Quando mangiare le olive per dimagrire e abbassare la glicemia? Incredibile

Mangiare sei olive con l’insalata aiuta a dimagrire e perdere peso. Mangiandole prima di un pasto aiutano ad abbassare l’indice glicemico. Fanno bene alla glicemia perchè l’oleuropeina rallenta la digestione del saccarosio.

Quale cibo aiuta a dimagrire?

I ceci sono degli ottimi alleati per chi vuole avere un peso forma e dimagrire. Sono diuretici perché hanno delle fibre che favoriscono la regolarità dell’intestino. Sono anche una buona fonte di vitamine del gruppo B. Sono ricchi di vitamina B3 e B9 che sono molto utili per il metabolismo che è il meccanismo che fa bruciare calorie e dimagrire. Possiedono il calcio che è importante per la salute delle ossa. Apportano magnesio, zinco e selenio che favoriscono il sistema nervoso. Apportano il triptofano che favorisce il buonumore. I ceci aiutano a dimagrire.

Quale frutta aiuta ad abbassare la glicemia?

Le arance aiutano a tenere sotto controllo la glicemia ma bisogna stare attenti a non esagerare nel mangiarle. Chi ha il diabete può mangiarle ma con alcuni limiti ad evitare problemi con la glicemia. Il consiglio è di iniziare sempre con piccole quantità per verificare la reazione del proprio corpo. Attenzione perché 100 grammi di arance apportano circa 11-12 grammi di carboidrati. Di questi circa una decina sono zuccheri semplici e fanno reagire la glicemia. Ecco perché le arance vanno mangiate intere e non trasformate in succo. La fibra solubile presente nella parte edibile aiuta a modulare l’assorbimento degli zuccheri evitando picchi glicemici.

Quali sono i benefici delle olive?

Le olive offrono oleuropeina, quercetina, acido oleanolico, tirosolo e idrossitirosolo. L’oleuropeina ha diversi effetti benefici sulla salute. La quercetina apporta benefici al cuore ed è utile per abbassare la pressione. L’acido oleanolico protegge il fegato. Il tirosolo può prevenire le malattie cardiache. L’idrossitirosolo ha potenti proprietà antiossidanti. Le olive prevengono i tumori. Le olive hanno un buon contenuto di ferro e rame che sono due composti essenziali per la produzione di globuli rossi. I fenolici presenti nelle olive possono aumentare il numero di batteri buoni. Questi intervengono nella produzione di vitamine e dei composti antibatterici. Le olive contrastano le infezioni microbiche.

Cosa contengono le olive?

Le olive sono frutti molto calorici perché possiedono una certa quota di grassi. Ve ne troviamo di monoinsaturi, di cui il principale è l’acido oleico, e polinsaturi con soprattutto acido linoleico. Ecco in sintesi cosa contengono le olive:

  • Acqua 77%.
  • Carboidrati 1%.
  • Proteine 0,8%.
  • Grassi 15%.
  • Fibre 4,4%.
  • Kilocalorie 142.
  • Indice glicemico 15.