Termini Imerese e i festeggiamenti del 1868, antesignani del Festino (‘U Fistinu). Rinvenuto il manifesto-programma

A Termini Imerese con il manifesto pubblico dell’11 agosto 1868 a cura del Comune, si rendeva noto ai cittadini, l’approssimarsi dei festeggiamenti che culminarono con la celebrazione della Santa Messa in onore del Patrono: il Beato Agostino Novello. La manifestazione si svolse a partire da domenica 23 a tutto il giovedì 27. Il programma della festa indicava, oltre alla solenne messa, anche una sequenza di intrattenimenti e diversivi, che saranno poi negli anni a venire, pur con qualche variante, una fissa costanza di cartellone. In quei cinque giorni, le luminarie furono disposte a Corso Vittorio Emanuele, lungo la Marina, nel largo del Duomo e nella floretta.

Rammentiamo, che le reliquie (avambraccio: ulna e radio) del Beato Agostino  Novello giunsero a Termini il 25 luglio 1620. Con licenza del Cardinale di Palermo Giannettino Doria, furono solennemente ricevute dall’Arciprete D. Giulio Regna e portate in processione nella Chiesa Madre e lì esposte al pubblico. (Cfr. Giovanni Liotta “Il Beato Agostino Novello”). Circa la celebrazione eucaristica sopraccitata, il Rev.mo Vincenzo Catanzaro svolse a Termini la funzione di Arciprete dal 1859 al 1881. (1)

Proponiamo ai lettori, qui per la prima volta, il testo del manifesto rinvenuto, il quale si rivela senz’altro una fonte preziosa per contribuire alla storia del Festino (‘U Fistinu) di Termini Imerese. Il documento è stato scoperto a casa di un privato, che per sua espressa intenzione, ha voluto mantenere l’anonimato.

 

IL SINDACO DI TERMINI IMERESE

FA

MANIFESTO

1°. A partire dal giorno 23 a tutto il 27 agosto, saranno celebrati in Termini Imerese cinque giorni di festa.

2°. Il 24, 25, 26 avranno luogo Corse di Cavalli, il numero dei quali non dovrà essere meno di 12.

Il premio è di Lire 100 per ogni giorno, oltre un regalo di Lire 5 a ciascun famiglio condottiero di un cavallo, e i foraggi e lo stallaggio che saranno somministrati gratuitamente.

3°. Ogni sera sarà musica ed illuminazione nella floretta e nel Largo del Duomo, dove la sera del 27 saranno sparati dei fuochi artificiali.

Le sere del 23 e 24 la musica e la illuminazione saranno nel Corso Vittorio Emmanuele e lungo la Marina, dove la sera del 24 saranno ancor sparati dei fuochi di artificio, e il dopo pranzo del 23 sarà il giuoco di antenna, così detto Cuccagna, e corsa di Regate.

4°. Il 27 sarà celebrata in chiesa la festa religiosa in onore del BEATO AGOSTINO NOVELLI, Patrono della Città.

5°. Per dare agevolezza ai mercanti che concorreranno e vorranno esporre nel largo del Duomo le loro mercanzie e manifatture, saranno costruite delle Baracche, per le quali sarà pagato un modico fitto.

Termini – Imerese  11 agosto 1868

L’ASSESSORE FUNZ. DA SINDACO

BOVA CONTI

 

(1) La lapide funeraria dell’Arciprete Vincenzo Catanzaro si trova all’interno della Chiesa Parrocchiale di S. Nicola di Bari in Termini Imerese (PA), posta nella Cappella di S. Filippo Neri. (Ph. Vincenzo Lo Bosco)

 

Lapide funeraria dell’Arciprete Vincenzo Catanzaro

 

Bibliografia e sitografia

Giovanni Liotta, “Il Beato Agostino Novello”, Palermo 1977.

Giuseppe Longo, 2021, “Il 600° anniversario della morte del Beato Agostino nelle pagine di storia termitana del Canonico Rocco Cusimano”. Cefalùnews, 8 giugno.

Giuseppe Longo, 2021, “Per i seicento anni dalla morte del B. Agostino Novello: Il fausto giorno del 19 maggio nel ricordo di Francesco Faciano”. Cefalùnews, 13 ottobre.

Giuseppe Longo, 2021, “Tracce agostiniane a Termini Imerese: Il culto del Beato Agostino Novello, la sua canonizzazione nel 1759, e un suo ritratto “ritrovato”. Cefalùnews, 22 ottobre.

Giuseppe Longo, 2021, “Il Beato Agostino Novello e i festeggiamenti in suo onore, comunemente noti come ’U Fistinu”. Cefalùnews, 3 novembre.

 

Giuseppe Longo
giuseppelongoredazione@gmail.com
@longoredazione