Melatonina e insonnia: cosa dice la scienza sull’uso degli integratori di melatonina

Forse anche tu hai avuto a che fare con gli integratori di melatonina. In genere si afferma che fanno bene e sono un modo sicuro per dormire meglio la notte. Ecco perchè sempre più persone li comprano in farmacia. Ma funzionano davvero? Ecco cosa dice la scienza sull’uso della melatonina per aiutare a dormire.

Cos’è la melatonina?

La melatonina è un ormone prodotto naturalmente all’interno del proprio corpo per controllare il ciclo del sonno. Con il far della sera si innesca la produzione di melatonina che fa dormire. Quando si invecchia si produce meno melatonina ed ecco perchè si ha meno sonno.

La melatonina è sicura?

La melatonina è un ormone naturale. Per questo molti ritengono che sia un trattamento perfettamente sicuro per i disturbi del sonno. Tuttavia, i livelli che si trovano all’interno degli integratori sono spesso superiori a quelli che il proprio corpo normalmente produrrebbe. Ora mentre l’uso a breve termine sembra sicuro, ci sono possibili effetti collaterali come vertigini o mal di testa quando si assume per lunghi periodi. È anche possibile che gli integratori possano causare problemi interagendo con altri farmaci. Ecco perchè è sempre bene parlare con il medico prima di iniziare le capsule di melatonina.

C’è anche una preoccupazione per quanto riguarda la purezza degli integratori. La concentrazione effettiva è spesso sconosciuta in quelle nazioni dove la melatonina non è regolamentata. Uno studio scientifico ha rilevato che su 31 integratori di melatonina, il contenuto effettivo variava tra l’83% in meno e il 478% in più rispetto a quello riportato sull’etichetta.

Quando usare la melatonina

Gli integratori di melatonina agiscono alterando il proprio ritmo biologico. Non stancano di più inducendo il sonno, ma regolano il corpo quando inizia a sentirsi stanco. Per questo motivo la melatonina non è adatta per curare l’insonnia quando il proprio corpo è stanco e non si riesce a dormire.

Chi ha uno schema del sonno irregolare o magari un disturbo che colpisce il proprio ritmo circadiano può ricorrere alla melatonina perchè risolve questi problemi. Possono anche aiutare quando si lavora di notte e si ha bisogno di dormire durante il giorno quando proprio il livello di melatonina è naturalmente basso. La melatonina può aiutare i bambini a dormire di più nello spettro autistico. Ma questo è finora inconcludente.

La linea di fondo è che gli integratori di melatonina probabilmente non sono la risposta all’insonnia. Tuttavia, per altri disturbi, possono aiutare a regolare il sonno. Come con qualsiasi integratore, comunque, chi decide di prenderlo per dormire meglio non deve temere possa fare male. Tuttavia bisogna sempre consultare il proprio medico per assicurarsi che non interagisca con altri farmaci che potresti assumere.