Cosa succede a chi mangia l’anguria per abbassare la glicemia? Incredibile

Bisogna fare molta attenzione. L’anguria ha un indice glicemico di 72 che è condiderato alto. Chi non la glicemia nei livelli deve consumare l’anguria con estrema cautela. Può aumentare rapidamente i livelli di glicemia nel sangue. Chi ha il diabete deve allora evitare di mangiare questo frutto? No. Ideeve solo in quantità piccole e, preferibilmente molto raramente. Un diabetico potrà mangiare circa 200-300 grammi di anguria a settimana. Tutto si dovrà dividere in due assunzioni da 100-150 grammi in giorni diversi.

Cosa succede se si mangia troppa anguria?

Favorisce la fermentazione all’interno dell’intestino. Per questo può causare gonfiore e discomfort addominale. L’anguria contiene una grande quantità di potassio. Questa sostanza mantiene a posto la funzione elettrolitica nel corpo. Chi mangia troppa anguria, quindi, si potrebbe ritrovare con una frequenza cardiaca debole, con battiti cardiaci irregolari e tanti altri problemi cardiaci. In generale l’anguria non ciontiene molte calorie e quindi si potrebbe anche mangiare tutti i giorni. Bisogna però fare attenzione alla quantità proprio per il suo contenuto di zuccheri. Una porzione da 200 grammi potrebbe essere quella giusta.

A cosa fa male l’anguria?

Contiene il 92% di acqua. Per questo è poco digeribile. Ecco perché non è consigliata a chi ha problemi digestivi e a chi ha patologie come la colite o la gastrite. In questi casi il consiglio è sempre di limitarne il consumo e in genere gustarla lontano dai pasti. Quanti sono allergici all’aspirina o derivati devono consultare il medico prima di mangiare l’anguria perché contiene dei salicilati naturali.  Tra gli effetti collaterali dei salicilati ci sono alcuni disturbi del tratto gastrointestinale. In particolare nausea, vomito, bruciore di stomaco, ulcerazioni, disturbi epigastrici, gastriti ed emorragie gastrointestinali. Attenzione anche ai semi dell’anguria. Sono ricchi di fibre poco assimilabili. Ecco perché possono portare anche la diarrea.

Quali sono i benefici dell’anguria?

L’anguria idrata, protegge il cuore, rinforza le ossa e previene il cancro. La sua polpa contiene fruttosio con le vitamine A, C, B e B6. L’anguria è ricca di carotenoidi. Queste sostanze hanno attività vitaminica e si trovano per lo più negli alimenti di colorito rosso/arancione: carote, zucche, melone, albicocche, pomodori, e peperoni. Combattono l’azione dei radicali liberi e quindi l’invecchiamento delle cellule. Fra queste sostanze la più conosciuta è il licopene. Sarebbe in grado di ridurre il rischio di ammalarsi di diversi tipi di cancro.

Quali frutta abbassa la glicemia?

  • Mele.
  • Pere.
  • Nespole.
  • Fragole.
  • Albicocche.
  • Arance.
  • Pesche.
  • Lamponi.