Il discorso d’insediamento del vice presidente del Consiglio comunale Alessandro Guercio

Signor Sindaco, colleghe consigliere colleghi consiglieri, signori Assessori, care concittadine e cari concittadini presenti in quest’aula consiliare.
Non vi sarà difficile comprendere con quale emozione prendo la parola in questo momento. Sono particolarmente onorato dell’elezione a vicepresidente del Consiglio comunale. Voglio rivolgere un ringraziamento sincero per la fiducia che mi avete accordato. Un ringraziamento doppio! La convergenza sul mio nome la leggo anche come apprezzamento del lavoro svolto al di fuori dell’azione politica e amministrativa di questa città. Questo è un incarico di responsabilità che mi onora e mi gratifica, ma che soprattutto assumo con scrupolosità, spirito di servizio e di rispetto, tenendo rigorosamente separata quella che sarà la mia attività politica dal ruolo istituzionale di garanzia e rappresentanza che oggi mi avete fatto l’onore di conferirmi.
Per questo metterò il massimo impegno nel rappresentare tutti voi indipendentemente dal gruppo di appartenenza, nel tutelare i diritti e le prerogative di tutti i consiglieri componenti il Consiglio, garantendo l’esercizio effettivo delle nostre funzioni nell’osservanza e nel rispetto delle Leggi, dello Statuto e dei Regolamenti. Nessuno dovrà sentirsi escluso dalla possibilità di espletare al meglio il proprio mandato, attraverso il potere di indirizzo e di controllo che ci è stato affidato per i prossimi 5 anni.
Sarà pertanto una mia priorità, a tutela di tutti i consiglieri, garantire una democratica dialettica tra i consiglieri di maggioranza e quelli di minoranza, adoperarmi per costruire un efficiente ed efficace rapporto di lavoro con il Sindaco e la sua squadra di Governo rispettoso dei ruoli di ognuno. Come vice presidente di questo importantissimo Consiglio Comunale, farò la mia parte perché questo avvenga. Metterò il massimo impegno perché tutti voi, possiate svolgere il vostro prezioso lavoro nel mondo più efficace, informato e consapevole.
Porgo alla nuova giunta i miei saluti certo che lavorerà nell’interesse e per il bene della città in sinergia attiva con il nuovo Consiglio Comunale. Sono altrettanto certo che con la nuova squadra di Governo si instaurerà un clima di reciproca collaborazione alla luce della particolare ed eccezionale importanza che questo Consiglio assume.
Anche noi come consiglieri Comunali, dobbiamo fare la nostra parte. Ritengo importante stimolare la collaborazione tra tutti noi, indipendentemente dal gruppo di appartenenza, rompere i confini e dialogare su proposte e progetti condivisi perché solo i progetti, sostenuti e condivisi, potranno ricucire i rapporti in città e con la città. Una città che ha sempre saputo reagire e rialzarsi anche dai suoi momenti più difficili. Dobbiamo creare ponti là dove c’è l’abitudine di creare muri!
Questo è il motivo per cui attribuisco a questo nuovo Consiglio Comunale un’importanza eccezionale che mi responsabilizza maggiormente e mi spinge ad impegnarmi per il suo ottimale funzionamento.
Proprio per la sua capacità di raggiungere un’alta rappresentatività e dare con il suo voto una forte legittimità all’azione politica, questo Consiglio Comunale deve essere più che mai punto di riferimento della Giunta e del Sindaco nel loro operato. La sua azione di controllo, ma soprattutto di indirizzo dell’azione amministrativa deve essere tenuta in massima considerazione. Il Consiglio Comunale potrà e dovrà raccogliere, capire, studiare e proporre soluzioni a problemi grandi e complessi in un contesto caratterizzato da frequenti incertezze normative, ma fortunatamente con risorse economiche sempre più floride.
Noi tutti abbiamo affrontato la campagna elettorale con entusiasmo, ci siamo confrontati con i nostri concittadini; abbiamo raccolto le loro richieste, fatto nostre le loro esigenze. Ora, tutti noi, al di là dell’appartenenza politica, con l’entusiasmo che ci ha caratterizzati, abbiamo il dovere di dare risposte concrete e soluzioni ai tanti problemi che attanagliano la nostra città.
Sarà mio dovere, così come ho detto nel comizio di chiusura della campagna elettorale, lavorare per un maggiore coinvolgimento dei giovani nell’attività amministrativa, per dar loro modo di conoscerla e di sentirsi parte integrante. Come Consiglio comunale abbiamo anche il delicatissimo dovere di una comunicazione e di una informazione corretta e leale che spero sia anche seguita dai media locali.
Oggi inauguriamo un Consiglio Comunale che vede un vero e proprio passaggio generazionale. Ognuno di noi deve però dimostrare di essere all’altezza del ruolo che ci accingiamo a ricoprire. Le sfide e i problemi che ci attendono sono tanti, anzi tantissimi; solo se riusciremo a unire le forze, Consiglio, Giunta, Sindaco in primis ma anche tutti i dipendenti comunali di ogni settore, allora potremmo fare quel salto in avanti che la nostra città ci ha chiesto e di cui ha bisogno.
Auguro quindi buon lavoro a tutti noi Consiglieri sia come singoli che come Consiglio Comunale, alla Giunta, al Sindaco, ai futuri presidenti di commissione, ai funzionari e ai dipendenti comunali.
A voi tutti colleghe e colleghi consiglieri, formulo un sincero augurio di un proficuo lavoro, ricordando a ciascuno di noi – me per primo – che il prestigio e la dignità di questa assemblea sono interamente affidate alle nostre sensibilità e ai nostri comportamenti.
Buon lavoro e buona fortuna a tutti voi e alla nostra Cefalù.
Alessandro guercio, Vice Presidente del Consiglio comunale