Cosa succede se metti limone e aceto in 100 grammi di patate bollite? Incredibile

Le patate hanno un Indice Glicemico molto alto. Per quelle bollite si attesta a 85. Troppo alto se si considera che quello del cioccolato è 70, quello della marmellata 65 e quello della pizza 60. Se metti limone e aceto nella patate bollite l’indice glicemico si abbassa. In questo modo sio evitano i picchi glicemici in chi soffre di diabete.

La cipolla aiuta ad abbassare l’indice glicemico?

La ricerca, condotta su ratti diabetici, ha evidenziato che l’estratto di cipolla quando si associa alla metformina, un farmaco anti-diabetico, riduce in maniera significativa i livelli di glicemia. La cipolla, quindi, se viene usata come integratore, può dare effetti molto positivi nel trattamento dei pazienti affetti da diabete. La cipolla contiene la glucochinina che è un ormone vegetale con effetto ipoglicemizzante. La cipolla favorisce la diuresi, la depurazione dell’organismo e la digestione. E’ antiossidante, espettorante, ipotensiva, antinfiammatoria, antibatterica e afrodisiaca.

La carota fa bene al diabetico?

La carota cotta ha la stessa consistenza amidacea delle patate. La carota però si può mangiare anche con il diabete perché non contiene molti carboidrati. Un etto di carote crude contiene circa 10 grammi di carboidrati. La stessa quaintità di patate ne contiene 17,47. Fra i cibi con molti carboidrati il pane ne contiene 49 grammi e la pasta 25. La carota è diuretica e depurativa, aiuta caso di cistiti, calcoli o problemi urinari. Contiene beta-carotene e vitamina C che contrastano i radicali liberi e rafforzano il sistema immunitario.

Cosa succede a chi mangia troppe patate?

Mangiare troppe patate può alzare i livelli di pressione arteriosa. Avere questi livelli alti può essere molto pericoloso. Mangiare 4 o più porzioni di patate alla settimana aumenta il rischio di ipertensione. Lo ha scoperto uno studio del Brigham and Women’s Hospital. Gli stessi riceratori hanno anche scoperto le patate fritte alzano questo rischio del 17%. Chi opta per le patate bollite o al forno si ferma all’11% in più rispetto a chi mette le patate nel piatto solo una volta al mese.

Cosa contengono le patate?

Le patate non contengono glutine e per questo le possono consumare anche i soggetti celiaci. Le patate possiedono un discreto contenuto di fibre ed uno scarso apporto proteico. Quasi nullo l’apporto di grassi. Ecco in dettaglio cosa contengono le patate:

  • Acqua 79,34%
  • Proteine 2,02%
  • Grassi 0,09%
  • Carboidrati 17,47%
  • Zuccheri 0,78%
  • Fibre 2,2%.