Isnello: Luca Parmitano, Marcello Fulchignoni e Antonio Presti, Premi GAL Hassin 2022

Assegnati i Premi GAL Hassin 2022 in ricamo di filet in filo d’oro e d’argento
Premio GAL Hassin 2022 a LUCA PARMITANO
pilota e astronauta, che esplora il futuro superando sfide e barriere senza mai risparmiarsi. Pioniere entusiasta che coinvolge e appassiona le nuove generazioni; primo italiano a compiere una passeggiata spaziale, si è distinto per il suo coraggio come pilota e come astronauta; protagonista dell’avventura dell’esplorazione dello spazio, per estendere la presenza umana oltre i confini della Terra, racconta che il nostro pianeta, visto dall’alto, non ha confini, e che è un bene fragile da proteggere.
Premio GAL Hassin 2022 a MARCELLO FULCHIGNONI
professore emerito, per aver fondato e diretto il gruppo di Planetologia presso il Laboratorio di Astrofisica Spaziale del Consiglio Nazionale delle Ricerche, gruppo che ha avuto un ruolo fondamentale nell’avanzamento degli studi sul Sistema Solare in Italia.
Premio GAL Hassin alla Civiltà 2022 a ANTONIO PRESTI
artista, imprenditore e mecenate, che ha dedicato la sua vita e le sue forze al trionfo della Bellezza in tutte le sue forme artistiche e culturali. Con le sue splendide opere ha portato la cultura e la formazione nella loro forma più alta, più nobile, coinvolgendo migliaia di bambine e bambini, studenti, famiglie, associazioni, artisti di tutto il mondo per trasformare luoghi, territori e coscienze attraverso l’educazione alla Bellezza e alla Civiltà. Ad Antonio, che sa parlare al cuore svelando l’invisibile.
Queste le motivazioni espresse dalla Commissione, che si è riunita il 28 luglio 2022, presieduta dal Presidente della Fondazione GAL Hassin Giuseppe Mogavero e composta da Silvia Rosa-Brusin, giornalista scientifica RAI, conduttrice televisiva; Giovanni Valsecchi, Senior Astronomer INAF-IAPS-Roma; Franco Foresta Martin, geologo e giornalista scientifico e da Gabriele Mascetti, responsabile Unità Coordinamento Scientifico Agenzia Spaziale Italiana.
Il Premio GAL Hassin, un ricamo di filet in filo d’oro che rappresenta una galassia a spirale, ogni anno viene assegnato a quanti si sono distinti nell’ambito della ricerca o della divulgazione delle scienze astronomiche. Giunto alla sua XIV° edizione negli anni è stato assegnato a scienziati e divulgatori di primissimo piano in ambito nazionale e internazionale. Per citarne solo alcuni, Margherita Hack, Corrado Lamberti, George F. Smooth (Premio Nobel per la Fisica 2006), Roberto Battiston, Nichi D’Amico, Nanni Bignami, Paolo Nespoli, Piero Bianucci, l’ultimo, lo scorso anno, a Michel Mayor, Premio Nobel per la fisica 2019.
Il Premio GAL Hassin alla Civiltà è stato istituito l’anno scorso ed è rivolto a persone che con il loro comportamento e con le loro azioni contribuiscono al mantenimento e al miglioramento del patrimonio artistico, paesaggistico e ambientale e a coloro che concretamente contribuiscono al miglioramento della convivenza sociale. L’anno scorso il Premio GAL Hassin alla Civiltà è stato assegnato a Sebastiano Misuraca, di Mussomeli (Caltanissetta).
I Premi verranno consegnati in occasione del prossimo Evento GAL Hassin 2022, giunto alla 14° edizione, nelle date del 18 agosto con l’evento Luca Parmitano, e nelle date del 10-11 settembre 2022.