Attenzione a mangiare il pane caldo del supermercato. Ecco cosa potrebbe contenere

Attenzione a mangiare il pane del supermercato. In genere viene venduto con la scritta in bella vista “pane caldo”. Per invogliare ad acquistarlo viene pubblicizzato con cartelli “pane appena sfornato” oppure “sforniamo pane tutto il giorno”.

Perchè non bisogna mangiare il pane caldo del supermercato?

La risposta è semplice. Potrebbe non essere pane fresco. In questo articolo cercheremo di spiegarti cosa potresti portare a casa quando compri il pane caldo del supermercato. Ti sei mai accorto che questo pane non viene mai pubblicizzato con la scritta “pane fresco”. Perchè? La legge dice che con l’avviso “pane fresco” si indica un pane lievitato, infornato e venduto nelle successive 24 ore. Se molti supermercati non pubblicizzano il loro pane caldo con questa scritta significa che il loro prodotto potrebbe non essere fresco. Infatti potrebbe essere un pane congelato o parzialmente cotto.

Cosa si nasconde dietro il pane caldo del supermercato?

Dicevamo che potrebbe essere un pane congelato o parzialmente cotto. In questo modo si può avere pane caldo in qualsiasi momento della giornata. La cottura, infatti, avviene poco prima della vendita. Basta solo un forno. Ma come è stato confezionato? Dove è stato lavorato? E soprattutto cosa contiene? Cosa si nasconde dietro questo pane caldo? Attenzione perchè il pane non fresco ma caldo del supermercato potrebbe arrivare anche dall’estero.

Quando portiamo a casa il pane caldo del supermercato pensiamo di potere mangiare un pane fresco. Non è così. Anzitutto potrebbe essere un pane che è stato impastato e lavorato anche all’estero. In genere potrebbe arrivare da paesi quali Francia, Germania e Romania ma anche da Stati molto più lontani. In altre parole, quindi, potrebbe non essere un pane di origine italiana.

Cosa contiene il pane caldo del supermercato?

Per fare arrivare questo pane nei punti vendita bisogna surgelarlo. Non tutti sanno, inoltre, che alcuni lotti di questo pane surgelato potrebbero avere addirittura 2 anni di vita. Altro, quindi, che pane fresco. Ma per un pane che si possa conservare per tutti questi anni bisogna aggiungere alla farina zuccheri, miglioratori e conservanti di vario genere. Di recente sono state fatte alcune ricerche e analisi chimiche su questo tipo di pane. Sapete cosa hanno rivelato? Viene prodotto con farine di bassa qualità. Molte volte vengono addirittura utilizzate farine prodotte da chicchi di grano pieni di pesticidi e metalli pesanti.

Attenzione a mangiare il pane caldo del supermercato

Il pane caldo venduto al supermercato non è un prodotto fuori legge. Il consumatore deve solo stare attento alle diciture e alle etichette per sapere bene cosa mangerà. Le diciture che utilizza il supermercato non vanno contro la legge. Il consumatore, però, deve sapere cosa sta acquistando e cosa mangerà. Alla fine farà la sua scelta.