Mangia la zuppa di carote: ecco il segreto per abbassare la glicemia

La zuppa di carote è un piatto leggero. E’ perfetto per il pranzo ma anche per la cena. Sazia tantissimo e fa bene a qualsiasi dieta. Servita con olio extra vergine di oliva è un vero segreto per abbassare la glicemia. In questo caso si riduce il picco glicemico dopo il pasto e si ha un minore impatto sulla glicemia.

Cosa contengono le carote?

Le carote apportano appena 41 kilocalorie ogni etto di prodotto. Contengono Acqua (88,29%), Carboidrati (9,58%) di cui zuccheri (4,74%), Proteine (0,93%), Grassi (0,24%), Fibre (2,8%). Le carote apportano la Vitamina A che protegge la cornea e previene la degenerazione maculare della retina. Sono ricche di beta carotene che protegge la pelle. Possiedono le fibre che proteggono l’intestino e prevengono il cancro al colon. Nelle carote si trovano i carotenoidi, gli acidi idrossicinnamici e le antocianidine che proteggono le arterie dai danni ossidativi. Le carote sono povere di calorie e le può consumare chi segue un regime dietetico.

La zucca abbassa la glicemia?

La zucca ha indice glicemico di 41. Nella zucca cotta, invece, questo indice si alza a 75 e diventa molto elevato. Il carico glicemico della zucca però è di 3. Mangiata nelle giuste quantità non causa quindi problemi alla glicemia. Il segreto per abbassare la glicemia sta proprio nella zucca. La sua quantità nella zuppa di carote deve essere molto limitata.

Zuppa di carote, dosi per 4 persone

  • 600 gr di zucca
  • 4 carote
  • 1 cipolla
  • 600 gr di brodo
  • 40 gr di grana
  • olio

Preparazione della zuppa di carote

Tritare la cipolla. Farla rosolare aggiungendo un filo d’olio. Pulire la zucca e le carote. Eliminare le bucce e tagliare a pezzetti. Mettere le verdure nella casseruola. Coprire con del brodo vegetale bollente. Fare cuocere per 30 minuti circa chiuse con un coperchio. Frullare le verdure con un frullatore ad immersione. Mettere la zuppa di carote nei piatti. Condire con abbandondante olio extra vergine di oliva. Spolverare del grana grattugiato. Servire.

Quando mangiare la zuppa di carote

La zuppa di carote è un piatto completo che sazia. Secondo gli esperti della Fondazione Dieta Mediterranea nell’arco della settimana bisogna mangiare 4 volte una zuppa. Assieme a minestre e brodi la zuppa è un fondamento della dieta mediterranea. Al posto del pane si può servire con dei crostini conditi con olio ed erbe aromatiche. Si può tenere in frigo fino a tre giorni.