Mangiare buccia di patate: ecco quando può fare male

La buccia di patate viene in genere scartata e buttata. Non tutti sanno che contiene molte sostanze nutritive che fanno bene al nostro organismo. Si può per questo cuocere, frullare e aggiungere ad altri ingredienti come frutta secca, olio e spezie. Si ottengono dei buoni condimenti da utilizzare salse da spalmare sul pane e per paste veloci.

Mangiare buccia di patate: ecco quando può fare male

La buccia delle patate è ricca di fibre, vitamina C, vitamina B6 ma anche potassio, magnesio e selenio. Grazie a quanto contiene fa bene ed apporta tanti benefici. Fa bene al cuore, favorisce la digestione, aiuta il sistema immunitario e quello nervoso. Regola anche la pressione arteriosa.

Nella buccia delle patate si trova anche la solanina. Se assunta in grandi quantità provoca sonnolenza ed irrita la mucosa gastrica. In dosi molto elevate può diventare anche mortale. La solanina si trova anche nei peperoni, nei pomodori, nelle melanzane e nel peperoncino. Bisogna prestare molta attenzione a quelle germogliate. Proprio i germogli contengono molta solanina.

Con la buccia delle patate si realizzano tante buone ricette. Si può iniziare preparando delle buonissime e croccanti chips. E’ molto importante non buttarle. Noi vi consigliamo alcuni piatti che potete preparare senza molte difficoltà.

Le verdure si possono arricchire con la scorza di patate. Fate rosolare le bucce con olio, aglio e cipolla. A questo punto aggiungere la verdura cotta e fare insaporire il tutto in padella per 5 minuti. Si può realizzare anche un buonissimo spezzatino. Un piatto che si serve caldo con dei crostini di pane.

Per avere questo buono spezzatino vegetariano basta rosolare le bucce a pezzi con due cipolle. Aggiungete la salsa di pomodoro e fate cuocere per 30 minuti. Una buona idea è anche quella di preparare delle frittelle che sono molto apprezzate dai bambini. Prima di buttare le scorze di patate pensate sempre a quante ricette si possono preparare.

buccia di patate