Come comprare un prosciutto crudo di qualità

Come comprare un prosciutto crudo di qualità al supermercato

Comprare un prosciutto crudo di qualità. Cercate qualcosa di buono e non sapete come comprare un prosciutto crudo al supermercato? Volete sapere quali sono i particolari a cui dovete stare attenti? La risposta è semplice: dovete stare attenti a prezzo, colore, odore e marchio DOP o IGP. Per comprare un prosciutto crudo di qualità al bancone del supermercato prima di prenderlo dovete osservare con attenzione queste quattro semplici cose.

Prosciutto crudo, il salume più amato

Il prosciutto crudo è fra i salumi più amati dagli italiani che è in Italia è una vera e propria eccellenza. L’ideale sarebbe acquistarlo direttamente dai produttori ma questo non tutti possono farlo e così quando andiamo al supermercato è bene conoscere quale scegliere.

Il prosciutto si trova al supermercato in due versioni: cotto e crudo. Quello cotto è il più acquistato mentre quello crudo è il più amato perchè non può mai mancare dalla tavola. Quando si acquista molte volte si finisce col comprare quello in offerta oppure la versione scontata ma attenzione pechè molte volte dietro a offerte e sconti potrebbe non esserci un posciutto di qualità.

Come comprare un prosciutto crudo di qualità

Scegliere fra un prosciutto crudo di qualità ed uno scadente non è una cosa facile e molte volte è davvero complicato anche per quelle persone che tutti i giorni si adoperano per portare a tavola prodotti di qualità. La prima cosa a cui stare attenti è il prezzo. Un prezzo alto è quasi sempre indice di un salume di ottima qualità. Uno basso può anche significare che non è di qualità ma con molti conservanti. Attenzione poi al marchio DOP o IGP che tutelano il prodotto. Un altro sguardo va dato alla presenza di nitrati e nitriti perchè si tratta di sostanze presenti solo nel prosciutto scadente ed economico. Il prosciutto di qualità si ottiene da un suino che viene macellato dopo i nove mesi di vita e del peso di circa 150 chilogrammi. Questo suino accumula molto grasso proprio sulle cosce ed è il migliore a livello italiano. Quando si è di fronte ad un prosciutto magro attenzione perchè potrebbe arrivare dall’estero e in genere oltre a costare di meno non è nemmeno stagionato.

Altra cosa a cui stare attenti è il colore del prosciutto che deve essere fra il rosa e il rosso. Il suo bordo invece dovrà essere di grasso bianco colore gesso. Guardate con attenzione il prosciutto quando il saluliere lo taglia. Se il suo colore tende al nocciola o all’ocra siete di fronte ad un prosciutto scadente e non buono e quindi è bene non comprarlo. State attenti anche con l’olfatto ed esaminate bene se il suo odore sa di freschezza e di dolcezza accompagnato da un sentore leggero di salsedine. Sono gli elementi di un prosciutto di qualità.

Quando volete portare a tavola la parte dolce del prosciutto dovete scegliere il gambetto ovvero la sua parte finale. Se invece volete mangiare la parte più aromatica del prosciutto comprate quella iniziale. La parte più saporita sta al centro ed è anche la più morbida e quella più pregiata del prosciutto crudo.

Torna in alto