Il Vescovo di Cefalù si rivolge ai giovani francescani citando Baglioni

Nel giorno solenne dell’Ascensione del Signore, S.E.Rev.ma Mons. Giuseppe Marciante, Vescovo di Cefalù, ha rivolto un appassionato appello ai giovani francescani. Durante il suo discorso, ha citato le parole di Claudio Baglioni e la sua celebre canzone “Strada Facendo”, incoraggiando i giovani a vivere il Vangelo con coraggio e gioia lungo il percorso della vita.
Mons. Marciante ha esortato i presenti a testimoniare con forza e allegria il messaggio di Gesù Cristo mentre attraversano le varie fasi della vita, dalla giovinezza alla vecchiaia. Ha sottolineato l’importanza di trasmettere la fede, considerandola come un seme che ha bisogno di essere coltivato e condiviso affinché possa crescere e prosperare.
Ricordando le parole del Vangelo, il Vescovo ha evidenziato il momento dell’Ascensione di Gesù, durante il quale egli ha affidato ai suoi discepoli il compito di diffondere il messaggio di salvezza. Nonostante le incertezze iniziali dei discepoli, il loro impegno e la loro fede hanno portato alla diffusione del Vangelo in tutto il mondo, anche a costo di sacrifici e persecuzioni.
Attraverso l’invito a contemplare il volto di Cristo lungo il proprio cammino, il Vescovo ha sottolineato la presenza costante del Signore accanto a coloro che si dedicano all’annuncio del Vangelo. Ha incoraggiato i presenti a mantenere viva la fede e la gioia nel loro servizio, poiché il loro impegno porta benedizioni e trasforma le vite di coloro che incontrano lungo il percorso.
Il messaggio del Vescovo di Cefalù riflette la necessità di vivere e condividere il Vangelo con entusiasmo e determinazione. Attraverso l’ispirazione di “Strada Facendo” di Claudio Baglioni, invita i giovani francescani a intraprendere il loro cammino con fiducia, consapevoli della presenza e della guida costante del Signore.
Nella Cattedrale di Cefalù i giovani Francescani, GIFRA, hanno rinnovato il loro SI al Vangelo sulle orme di San Francesco di Assisi. A conclusione della celebrazione il passaggio simbolico del Crocifisso di San Damiano alla Comunità francescana di Caccamo.
Un Omaggio al Vescovo di un quadro raffigurante San Benedetto il Moro. Santo siciliano di San Fratello.
Poi la foto di rito sui gradini della Cattedrale.

 

Cambia impostazioni privacy
Torna in alto