Una folla di persone saluta per l’ultima volta Giuseppe

Una folla di persone ha salutato per l’ultima volta il giovane Giuseppe Cammarata. I funerali si sono svolti stamattina nella chiesa degli Artigianelli. Ad officiare la Messa il parroco don Pasquale Pagliuso che durante la sua omelia ha ricordato il piccolo Giuseppe che giocava nel campo del Murialdo. Alla fine della Messa ha preso la parola il dirigente dell’AC Geraci Scancarello che ha ricordato la figura di Cammarata. All’uscita dalla chiesa il feretro è stato accolto da un grande applauso da parte della folla di presenti. Ad aprire il corteo funebre il gonfalone del comune di Cefalù listato a lutto e portato da un agente della polizia municipale. La bara, ricoperta delle diverse maglie che aveva indossato Giuseppe, è stata portata a spalle da alcuni suoi amici. In tanti, fra quanti l’hanno conosciuto nel mondo del calcio, si sono presentati con una maglietta bianca con dietro il numero 10 che Giuseppe esponeva nelle sue divise da calciatore. Un grande striscione, portato a mano dai ragazzi della squadra di calcio del Geraci, della quale Giuseppe era allenatore, così recitava: «Hai giocato la tua partita. Hai scritto la nostra storia. Guida tua squadra anche da lassù».