Furto di luce e pessima igiene. Carabinieri chiudono laboratorio di dolci

I Carabinieri della Stazione di Palermo Centro hanno tratto in arresto per furto di energia elettrica, S. G. palermitano classe 1949, ivi residente. Con l’ausilio del personale tecnico dell’ E.N.E.L., i Carabinieri hanno accertato che il predetto aveva allacciato abusivamente l’impianto elettrico del laboratorio dolciario, sito in via Sant’Agostino, alla rete elettrica cittadina. Tutte le utenze: forno, frigorifero, macchinetta del caffè, ed illuminazione dello stesso locale erano in funzione senza alcun onere.

I Carabinieri del N.A.S. intervenuti hanno accertato che il laboratorio era privo dei requisiti igienico sanitari strutturali e mantenuto in pessime condizioni igieniche, tra l’altro in assenza delle necessarie autorizzazioni motivo per cui si è reso necessario il sequestro penale dell’ intero laboratorio e di 600 kg di materie prime nonché 1000 pupi di zucchero già pronti per essere commercializzati nei mercatini e o fiere in occasione della prossima commemorazione dei defunti. Al gestore sono state comminate all’uopo sanzioni per un totale di circa 3.000 euro. L’arrestato è stato tradotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari in attesa del giudizio direttissimo. Dopo la convalida dell’arresto è stato liberato.