Anche a Cefalù la bufala sul ritiro della passata di pomodoro Mutti

A Cefalù gira su whatsapp in queste ore una foto che ritrae un modulo di richiamo del Ministero della salute. Segnala che un lotto di passata di pomodoro Mutti da 700g sarebbe stato ritirato dalla catena di supermercati Conad per la presenza di tracce di arsenico, una sostanza tossica ben nota al pubblico. Si tratta di una bufala.

Mutti smentisce il ritiro della passata di pomodoro per contaminazione da arsenico. È soltanto una fake news che sta girando. In un comunicato ufficiale, l’azienda scrive: «In merito alla notizia mendace che sta girando in Rete in questi giorni, secondo la quale il ministero della Salute avrebbe richiesto il ritiro della Passata Mutti, l’Azienda conferma che tale documento è assolutamente falso e ha già intrapreso tutte le opportune azioni legali a tutela della sua centenaria credibilità e immagine e per individuare i responsabili».
Aggiunge ancora: «Al link ufficiale del ministero della Salute che riporta tutti gli avvisi di ritiro in essere http://bit.ly/2z4GbSq Mutti non appare in alcun modo».

Inevitabile dunque, l’azione legale dell’azienda: «Denuncia è stata fatta alla Polizia Postale per questo ingiustificato allarme che costituisce reato penale. Mutti desidera rassicurare tutti i suoi consumatori: l’attenzione per la qualità e per la sicurezza dei propri prodotti è infatti alla base dei valori dell’azienda. Princìpi che si traducono nell’utilizzo di solo pomodoro italiano e nell’impegno costante per mantenere alti standard qualitativi, attraverso la selezione di materie prime ottimali e il controllo accurato di tutto il processo produttivo». Spiegando: «La promessa di qualità nei confronti dei consumatori è resa possibile grazie ad un insieme di condizioni uniche tra cui la consolidata collaborazione con le associazioni agricole e i produttori e un sistema severo di controllo del pomodoro in tutte le fasi della filiera».

La falsa notizia apparsa su WhatsApp sta diventando virale. Si tratta dell’ennesima fake news che la rete regala ai consumatori. Questa volta la bufala è ben congegnata, perché accompagnata da un modulo di richiamo del Ministero della salute che però è stato modificato. La foto abbinata alla notizia segnala che un lotto di passata di pomodoro Mutti da 700g sarebbe stato ritirato dalla catena di supermercati Conad per la presenza di tracce di arsenico, una sostanza tossica ben nota al pubblico, scelta aumentare l’impatto della bufala. A un’attenta analisi, però, le alterazioni appaiono chiare e grossolane, come l’uso di un carattere con un colore diverso dall’originale e errori di allineamento.

A rassicurare i cittadini è la stessa Polizia postale. «Questo comunicato è assolutamente falso – fanno sapere dalla polizia postale – e sta creando allarmismo tra i consumatori. Tale notizia è stata smentita sia dal Ministero della Salute che dalla stessa Mutti SpA. Invitiamo tutti coloro che dovessero ricevere questo messaggio di non condividerlo ma di cestinarlo».