Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Giuseppe Catanese: il pescatore che realizzava modelli di barca
Cefalunews

Giuseppe Catanese: il pescatore che realizzava modelli di barca

Giuseppe Catanese inteso alla marina di Cefalù Peppe “varbarizza” (dal papà che portava la barba incolta e molto riccia) nasce a Cefalù l’1 aprile 1934 da Salvatore che faceva il pescatore e Giovannina Greco casalinga. Ultimo di sette fratelli s’innamora sin da piccolo del mare così tanto che nel 1955 s’imbarca sull’ammiraglia della flotta della  Marina militare  “Duca degli Abbruzzi “ andata in disarmo nel 1961. Giuseppe sull’ ammiraglia veste i panni di Nocchiere di bordo e vi rimane  per 26 mesi. Nel  1956, alla fine del servizio militare , inizia a fare il pescatore continuando il mestiere del padre. Lo esercita quale proprietario di barca. L’8 febbraio 1961 sposa Maria Vecchio figlia di Giovanni e Concetta Liberto. Dal loro matrimonio nascono due figlie: Giovanna e Concetta.

Nel 1978 Giuseppe realizza il suo grande sogno: diventa capitano del peschereccio  “Settebello”, nome che indicava il 7 d’oro delle carte napoletane. Con questa imbarcazione, realizzata a Ponticello, effettua la pesca a strascico. Nel 1988, dopo 10 anni di intenso lavoro nel mare di Cefalù, Giuseppe vende il Settebello ed  intraprende la realizzazione di modellini di barche. E’ un altro suo sogno che riesce a tenere nel cassetto a a cui dedica anima e corpo con maestria e competenza fino alla fine dei suoi giorni. I modelli vengono realizzati con particolari attrezzi e con diversi tipi di legno: cipresso, noce bahia e altri tipi di legno che trovava nelle botteghe dei falegnami. Vengono realizzati i modelli di barche che venivano usati dai pescatori di  Cefalù: il suo peschereccio “settebello2 ma anche uzzu, gozzo, uzzarieddu, gozzetto, che muniti di “lampara” vengono usati per la pesca del “cianciolo”. Ed ancora le imbarcazioni del “lancia” e del “lancitiedda”. Viene intervistato più volte per il programma “Linea blu” della Rai. Partecipa a molte mostre a Cefalù ed ha avuto riconoscimenti e diverse targhe. Giuseppe, muore il giorno di S. Lucia  il 13 dicembre 2012 all’età di 78 anni. Lascia l’amata moglie dopo 50 anni di matrimonio felice  di essere anche nonno e bisnonno. La moglie Maria dice che Peppe aveva una grande dote che lo rendeva speciale: l’amore per la famiglia ed il suo essere solare e sorridente.

8.2.1961 Giuseppe Catanese sposa Maria Vecchio
Giuseppe Catanese con la sua adorata moglie e le amate figlie: Giovanna e Concetta
Marina di Cefalù : Giuseppe Catanese rientra dopo una giornata di pesca con il suo peschereccio “Settebello”
Peschereccio “Settebello” della famiglia Catanese “varbarizza”
La carta 7 d’oro -settebello da cui prese il nome il peschereccio della famiglia Catanese
Peppe Catanese davanti al magazzino dove si dilettava a costruire modellini di barche
Peppe Catanese fotografato mentre realizza un modellino di barca
Peppe Catanese a casa mentre costruisce un modellino
Questa foto ritrae Peppe “varbarizza” solare così come lo ricorda chi lo ha conosciuto
Giuseppe Catanese
Giuseppe Catanese
Porta Pescara- Giuseppe Catanese intervistato da Donatella Bianchi per il programma Linea blu
Porta Pescara in Via Vittorio Emanuele, Peppe Catanese con alcuni suoi modellini fotografato per il programma Linea blu
Miniatura del peschereccio “Settebello” modellino realizzato da Giuseppe Catanese
Barca “Marinella” di proprietà di Giuseppe Catanese “varbarizza”
Giuseppe Catanese intervistato da una giornalista del TGS durante una mostra dei suoi modellini di barche
Costruzione di un modellino di barca
Modellino di barca realizzato da Giuseppe Catanese
Modellino di barca
Modellino di “Uzzarieddu” (gozzetto) con lampara con cui i pescatori di Cefalù vanno a pesca del “cianciolo”
Modellino di barca -particolari
Modellino realizzato da Giuseppe Catanese
Modellino del peschereccio “Settebello”
Barca “Marinella” di proprietà di Giuseppe Catanese “varbarizza”
Mostra dei modellini di barche di Peppe “varbarizza” in Via Mandralisca