Si è dimesso il responsabile della sicurezza delle informazioni di Facebook

Si è dimesso il responsabile della sicurezza delle informazioni di Facebook, Alex Stamos, dopo lo scandalo della vendita di dati personali di utenti — da parte della stessa azienda leader dei social network — alla società Cambridge Analytica.

L’accusa è grave: il social network di Mark Zuckerberg avrebbe venduto informazioni su oltre cinquanta milioni di persone, raccolte attraverso una app da una società di ricerche (la Global Science Research), alla controversa Cambridge Analytica, azienda che ha lavorato per la campagna di Donald Trump. E non solo: quelle informazioni sarebbero state usate anche per manipolare notizie e per influenzare il voto sulla Brexit. Ovviamente, gli utenti sono stati del tutto tenuti all’oscuro.

Le autorità britanniche hanno già chiesto un mandato di perquisizione della Cambridge Analytica, accusandola di non collaborare. La polemica stavolta rischia di travolgere l’azienda fondata da Zuckerberg che conta nel mondo oltre due miliardi di iscritti. Ieri il titolo è arrivato a perdere oltre il sette per cento, mai così male dal 2012, trascinando in basso Wall Street.