Cefalù: il comune non approva il bilancio consuntivo e arriva il commissario

Il Comune di Cefalù è in ritardo sul bilancio consuntivo 2017 e la Regione invia il commissario ad acta. Lo ha deciso l’assessorato regionale alle Autonomie locali, guidato da Bernardette Grasso, che ha fatto scattare una raffica di commissariamenti nella provincia di Palermo: 62 in tutto su 82 Comuni. Il commissario ad acta si sostituirà agli organismi comunali che non hanno provveduto a approvare il consuntivo entro il 30 aprile.

Nel Palermitano è stato previsto il commissariamento anche per i Comuni di Alia, Alimena, Altofonte, Bagheria, Balestrate, Belmonte Mezzagno, Bisacquino, Blufi, Bompietro, Caccamo, Campofelice di Fitalia, Campofiorito, Camporeale, Capaci, Castelbuono, Castronovo di Sicilia, Cefalà Diana, Chiusa Sclafani, Ciminna, Cinisi, Collesano, Ficarazzi, Geraci Siculo, Giardinello, Giuliana, Godrano, Gratteri, Isnello, Isola delle Femmine, Lascari, Marineo, Mezzojuso, Misilmeri, Montelepre, Partinico, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Piana degli Albanesi, Polizzi Generosa, Prizzi, Roccamena, Roccapalumba, San Cipirello, San Giuseppe Jato, San Mauro Castelverde, Santa Cristina Gela, Santa Flavia, Sciara, Sclafani Bagni, Termini Imerese, Terrasini, Torretta, Trabia, Trappeto, Ustica, Valledolmo, Ventimiglia di Sicilia, Vicari, Villabate, Villafrati.