Cefalù: concessioni dei lidi, nuova inchiesta e perquisizioni da Polizia e Finanza

Nuova inchiesta della Procura di Termini Imerese nella concessione dei lidi a Cefalù. Perquisizioni sono state compiute da parte della Guardia di Finanza e della polizia, nell’ambito dell’indagine sulla corruzione per le concessioni dei lidi. Oltre a Giovanni Cimino, già ai domiciliari, risultano indagati due commercialisti per intestazione fittizia.

I finanzieri del nucleo di polizia economica e finanziaria di Palermo, guidati dal colonnello Cosmo Virgilio, e i poliziotti del commissariato di Cefalù, diretti da Manfredi Borsellino, hanno effettuato decine di perquisizioni, su mandato della procura di Termini Imerese, tra Cefalù e Milano. L’indagine era partita dall’esposto del titolare di un lido che non riusciva a ottenere il rinnovo della concessione in tempi ragionevoli mentre altri imprenditori non avevano problemi.