Cefalù, ripartono i lavori sulla Rocca. In cosa consistono?

Erano fermi da circa quattro anni i lavori che dovrebbero mettere in sicurezza le abitazioni presenti sotto la Rocca di Cefalù. Questo è il secondo stralcio del progetto generale che adesso permetterà di dare sicurezza anche alla Cattedrale.

La ditta che se ne occuperà sarà l’impresa veneta Ati Gheller per una somma totale di oltre 800 mila euro. Ad affidare i lavori è stato l’Ufficio contro il dissesto idrogeologico guidato dal presidente Nello Musumeci. L’area che verrà trattata è quella che per natura soffre di instabilità, ovvero i fronti rocciosi di nord-ovest che sovrastano diverse abitazioni: nel passato, infatti, diversi crolli hanno messo a rischio la pubblica incolumità.

Durante i lavori verranno realizzate dei pannelli di funi e delle barriere paramassi. Inoltre, è previsto anche il disgaggio (tecnica utilizzata per la messa in sicurezza in tempi brevi di una parete rocciosa) delle porzioni di roccia che sono già in fase di distaccamento.