Torino, nigeriano morde poliziotto: ecco cosa è successo e cosa ha detto Salvini

A Torino un nigeriano ha morso un poliziotto e gli ha staccato una falange. E’ avvenuto questa mattina nel capoluogo del Piemonte. Il pregiudicato ha 23 anni ed ora verrà espulso dall’Italia secondo ciò che è scritto nel Decreto Sicurezza.

Secondo una prima ricostruzione il nigeriano era in Italia senza permesso di soggiorno e con precedenti per spaccio ed aggressione. Fermato dal poliziotto proprio mentre stava spacciando droga in un giardino del nord di Torino, è stato arrestato e portato in Questura.

E’ stato proprio in quel momento che è uscito fuori di sè: mentre i colleghi del poliziotto infatti stavano compilando le schede, così come scrive Giornale.it, il nigeriano “ha iniziato a fare il pazzo”, e mentre provavano ad ammanettarlo avrebbe aggredito un agente alla mano sinistra.

Da questa aggressione all’agente è stato addirittura strappato con un morso la prima falange dell’anulare sinistro. Immediatamente il poliziotto è stato trasportato al Centro traumatologico ortopedico di Torino ed è stato sottoposto ad un intervento chirurgico.

Il commento di Matteo Salvini

Sulla vicenda del nigeriano che ha aggredito il poliziotto a Torino ha parlato anche Matteo Salvini. “E qualcuno non vuole il Decreto Sicurezza Bis che inasprisce le pene per chi aggredisce le Forze dell’Ordine?
E qualcuno vorrebbe aprire porti???”. Così ha scritto su Twitter pochi minuti dopo l’accaduto.