Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Perché si deve bere ogni giorno camomilla? La risposta della medicina
Cefalunews

Perché si deve bere ogni giorno camomilla? La risposta della medicina

Perché si deve bere ogni giorno camomilla? Perché allunga la vita. La scoperta è di un gruppo di ricercatori dell’Università del Texas negli Stati Uniti. Secondo gli esperti, quindi, bere ogni giorno un infuso di fiori di camomilla riduce del 29% il rischio di morte prematura rispetto a coloro che non assumono quotidianamente questo infuso. Tutto merito degli antiossidanti che sono presenti proprio nella camomilla. In particolare, la riduzione del rischio di decesso sarebbe particolarmente evidente nelle donne dai 65 anni in poi. La camomilla potrebbe essere un elisir di lunga vita davvero economico e alla portata di tutti.«Per ora, quello che possiamo affermare è che se bere una tazza di camomilla può rilassare, questa non può essere considerata un elisir di lunga vita: sono necessari studi ulteriori per poter confermare o meno l’efficacia reale sul rischio di mortalità» commenta la dottoressa Manuela Pastore, dietista dell’ospedale Humanitas. La camomilla è una delle piante officinali più antiche e più utilizzate dall’uomo come rimedio naturale per alleviare diversi disturbi. I suoi fiori essiccati sono ricchi di flavonoidi che contribuiscono alle sue proprietà medicinali.

Come si beve la camomilla? Sono tre le regole fondamentali per preparare una buona camomilla da bere. Anzitutto non va utilizzata acqua bollente. La temperatura ideale è di circa a 90°. La seconda regola riguarda l’infusione. Per avere una buona camomilla non si deve esagerare con i tempi di infusione. La camomilla perfetta deve stare in infusione al massimo 3- 4 minuti. Per più tempo perde le proprietà rilassanti e acquisisce quelle eccitanti. La terza regola riguarda lo zucchero. Va evitato quello raffinato.  Sarebbe meglio utilizzare zucchero di canna integrale o del miele se proprio si vuole rendere l’infuso più dolce. Basta giusto un cucchiaino altrimenti si rischia di coprire il gusto dell’infuso. Il consiglio comunque è di berla al naturale così da favorire il rilassamento anche attraverso il profumo ed il gusto di questa importante bevanda.

Quali sono i benefici della camomilla? la camomilla allevia i crampi allo stomaco. Contiene alcune sostanze che evitano l’aggravarsi dei disturbi gastrointestinali. La camomilla ha un effetto calmante rispetto al bruciore di stomaco e ai crampi allo stomaco. La camomilla aiuta a dormire. La tisana alla camomilla è uno dei rimedi naturali più noti per riuscire a dormire meglio e per sconfiggere l’insonnia. La camomilla rilassa i muscoli. Tutto merito di alcune sostanze dall’effetto rilassante che calmano i nervi e i muscoli. In particolare l’infuso di camomilla è in grado di aumentare i livelli di glicina presenti nelle urine. La glicina è un amminoacido che può calmare crampi e spasmi muscolari. La camomilla allevia raffreddore e influenza. In particolare respirare i vapori dell’infuso di camomilla contribuirebbe a liberare le vie respiratorie. Da questo punto di vista i suoi effetti antimicrobici e sedativi sono ritenuti molto utili. Alcune sostanze presenti nella camomilla possono aumentare l’attività antibatterica e stimolare le funzioni del sistema immunitario. La camomilla allevia il mal di testa. Alcuni ricercatori ipotizzano che l’olio di camomilla possa rappresentare una nuova medicina per alleviare i dolori legati all’emicrania. La camomilla è un antinfiammatorio naturale. Uno studio condotto in Iran e pubblicato sulla rivista scientifica Nutrition ha scoperto che bere 3 tazze di camomilla al giorno potrebbe contribuire a migliorare i livelli di glucosio nel sangue nelle persone che soffrono di diabete di tipo 2. Secondo le conclusioni degli esperti, la camomilla potrebbe aiutare a ridurre i fattori di rischio legati alla comparsa del diabete.