Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cosa succede a chi mangia aglio in gravidanza? Ecco l'incredibile risposta
Cefalunews

Cosa succede a chi mangia aglio in gravidanza? Ecco l’incredibile risposta

Cosa succede a chi mangia aglio in gravidanza? Secondo una ricerca inglese mangiare aglio in gravidanza riduce il rischio di pre-eclampsia e non solo. A sostenerlo è il sito passionemamma.it che così scrive: «il consumo di aglio in gravidanza riduca il rischio di pre-eclampsia, una patologia che può mettere a rischio la salute della mamma e del bambino. Altri studi rivelano, inoltre che, assumere aglio durante la gestazione, faccia aumentare il peso dei bambini alla nascita. È stato riscontrato, infatti, che l’aggiunta di estratti di aglio alle cellule placentari di gravidanze a rischio per il basso peso del feto, ha eliminato queste complicanze. In particolare l’aglio è stato in grado di aumentare gli enzimi chiave in queste gravidanze anomale».

A cosa stare attenti in gravidanza quando si mangia aglio? Bisogna stare molto attenti ad alcuni effetti collaterali che potrebbero arrivare dal mangiare aglio. Preso in dosi eccessive, infatti, può essere dannoso e rientrare tra i cibi da evitare in gravidanza, soprattutto perché risulta difficile da digerire. In gravidanza potrebbe risultare difficile da digerire la preparazione aglio olio e peperoncino. Se non si eccede con le dosi del piccante in generale si dovrebbe poter mangiare. In generale, però, è opportuno non eccedere mai nel consumo di condimenti in gravidanza. E in questi casi è sempre bene chiedere consigli al proprio medico. Mangiare aglio, inoltre, può causare un aumento del sudore.

Quali sono i benefici del mangiare aglio in gravidanza? Rinforza il sistema immunitario che in gravidanza è indebolito e maggiormente soggetto al rischio di attacchi. Uno studio rivela che, quando viene schiacciato, l’aglio rilascia allicina, un antibiotico naturale. Mangiare aglio è una grande fonte di vitamina B6, necessaria per un sistema immunitario sano e per la crescita di nuove cellule. Mangiare aglio fa bene anche per la prevenzione e la cura delle malattie cardiovascolari, in quanto è nemico del colesterolo cattivo. Mangiare aglio apporta elevati livelli di iodio, per questo motivo è un trattamento molto efficace per condizioni di ipertiroidismo. Efficace per il trattamento dello scorbuto.

In gravidanza si può mangiare aglio crudo? Mangiare aglio crudo è sconsigliato alle donne in gravidanza e durante l’allattamento. Il sapore del latte alterato, infatti, potrebbe non essere gradito al neonato. In genere mangiare aglio crudo fa bene alla salute. Mangiare aglio crudo è considerato un antibatterico, depurativo, vermifugo, antisettico, fluidificante del sangue, ricostituente, energetico, antibiotico, tonificante del sistema circolatorio e del cuore. Mangiare aglio crudo, però, è sconsigliato oltre che alle donne in gravidanza anche a coloro che soffrono di ulcere, gastriti e altri dolori allo stomaco. Un consumo eccessivo di aglio crudo, infatti, potrebbe provocare nausea, vomito e irritazioni all’intestino.


Mangiare aglio rafforza il sistema immunitario? Mangiare aglio rafforza il sistema immunitario e contribuisce a combattere le infezioni al torace, tosse e congestione. Soprattutto nei mesi invernali mangiare aglio è un ottimo cibo per stimolare il sistema immunitario e scongiurare raffreddori e influenza. mangiare aglio è un ottimo rimedio nei casi di ipertiroidismo perché contiene elevati livelli di iodio. Anche alcune malattie cardiovascolari si possono tenere sotto controllo mangiando aglio. Infatti è nemico del colesterolo cattivo e dei depositi di placche ateromasiche che si trovano sulle pareti delle vene e delle arterie. Mangiare aglio, infine, è una grande fonte di vitamina B6.