Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cosa succede a chi mangia patate salate tutti i giorni? Ecco l'incredibile risposta
Cefalunews

Cosa succede a chi mangia patate salate tutti i giorni? Ecco l’incredibile risposta

Cosa succede a chi mangia patate salate tutti i giorni? Chi mangia patate salate tutti i giorni rischia di avere danni irreparabili al proprio cuore, ai vasi sanguigni, ai reni e al cervello. Oltre a tutto questo mangiando patate salate tutti i giorno si possono avere effetti negativi sulla pressione sanguigna. Le patate salate, infatti, contengono sodio e un eccesso di questo elemento nell’organismo provoca lo sviluppo di malattie cardio-cerebrovascolari, osteoporosi, malattie renali e tumori. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità non bisogna consumarne più di 5 grammi al giorno di sale e per questo occorre cercare prodotti a basso contenuto di sale, cioè inferiore a 0.3 grammi per 100 grammi. Le patate salate contengono molto sale e per questo fanno male.

Quali cibi contengono molto sale? La cioccolata calda è tra i cibi a cui prestare attenzione perché potrebbe contenere molto sale. La cioccolata, infatti, contiene anche tanto sale, il cui sapore è ovviamente nascosto dallo zucchero. Tra i cibi che contengono molto sale troviamo anche i cereali per la colazione. Una porzione di cereali può contenere 0,34 grammi di sale che è la stessa quantità trovata nei cereali più dolci. Tra i cibi con molto sale anche le insalate preconfezionate. Attenzione anche alla maionese ma anche ad alcune salse di formaggi che se acquistate nelle grandi distribuzioni possono contenere troppo sale. Per questo è bene leggere le etichette dei prodotti.

Come evitare di mangiare il sale? Il consiglio è di sostituire il sale da cucina con altri elementi che possono insaporire i piatti e che riescono egregiamente a sostituire il sale. Bisogna ricorrere per questo alle erbe aromatiche e alle spezie, come rosmarino, prezzemolo, timo, rafano, maggiorana, paprica, aglio, cipolla, erba cipollina. Questi elementi possiedono anche la proprietà naturale di abbassare la pressione sanguigna. Un atro consiglio è di evitare i piatti pronti surgelati che potrebbero raggiungere i 1800 mg a porzione di sodio, a fronte dei 2300 mg consigliati come apporto massimo giornaliero di sodio. Attenzione ai cibi in scatola per il sale della conservazione.

Quali sono i benefici delle patate? Le patate riducono l’assorbimento di grassi, zuccheri e colesterolo. Le patate stimolano l’attività intestinale e hanno un notevole effetto saziante. Le patate contengono vitamina C che, essendo termolabile, viene in parte persa con la cottura. Le patate fanno bene alla salute della pelle, dei muscoli e delle ossa. Le patate contengono il potassio che è utile al buon funzionamento di cuore, apparato circolatorio, e muscoli. Le patate contengono l’acqua che favorisce la diuresi e purifica l’intestino eliminando le tossine. Le patate, infine, sono buone fonti di ferro e acido folico importanti nella produzione dei globuli rossi.

Come si conservano le patate? Le patate si conservano in luogo fresco ed asciutto e, soprattutto, al riparo dalla luce. Le patate non devono essere conservate in frigorifero ma vanno riposte in un sacchetto di carta ben chiuso, che le riparerà dall’umidità, all’interno di un mobile che non viene aperto spesso. Attenzione perché per conservare le patate non bisogna lavarle. Le patate devono essere controllate prestando attenzione a quelle che eventualmente germogliano o a quelle che marciscono. Solo così si evita la contaminazione delle patate vicine. Le patate si possono congelare ma occorre pelarle, lavarle, asciugarle, tagliarle a bastoncini, sbollentarle, farle raffreddare.