Cosa succede a chi mangia tutte le sere pane integrale? Ecco l’incredibile risposta

Cosa succede a chi mangia tutte le sere pane integrale? E’ bene non eliminare il pane dal proprio menù quotidiano, nemmeno alla sera. A cena, in particolare, il pane integrale fa bene perché contiene carboidrati, ma possiede anche tante sostanze nutritive essenziali per la buona salute del corpo. Il pane integrale è ricco di vitamine, ferro, fibre e sali minerali. A cena, in particolare, come per tutti i cibi, il giusto equilibrio sta nel mezzo. Non è da evitare il pane, ed in particolare quello integrale, ma la sua assunzione in dosi eccessive. Un etto di pane integrale contiene circa 250 calorie che non sono certo poche. L’ideale allora a cena è consumarne al massimo 50 grammi di pane integrale.

Cosa mangiare a cena? Dal punto di vista proteico si possono mangiare il pesce e la carne bianca, ma anche le uova. Le uova se cotte nella maniera giusta, per non più di 3 minuti, sono ben digeribili e sono inoltre ricche di triptofano, un aminoacido che aiuta ad addormentarsi. Per una cena sana si possono consumare legumi come fonte di vitamine in alternativa alla carne. L’importante a cena è bere almeno du bicchieri di buona acqua. Bere una giusta quantità di acqua durante la cena fa bene. Il nostro consiglio è di bere due o tre bicchieri di buona acqua perché migliora la consistenza degli alimenti rendendoli più digeribili.

Cosa non mangiare a cena? Evitare i formaggi fusi ed in particolare sottilmente e formaggini. Questi formaggi possono contenere conservanti che favoriscono il rischio di cancro. Contengono anche sali che potrebbero causare l’insorgere di alcuni tipi di tumore. Nel comprare questi formaggi è sempre bene, quindi, controllare l’etichetta per verificare la presenza o l’assenza di alcuni additivi utilizzati come stabilizzanti (E450), antiossidanti (E361) e conservanti (E250). Il conservante E250, per esempio, può compromettere il sistema immunitario dei bambini, distruggendo la flora batterica ed esponendoli ad un alto rischio di infezioni. L’assunzione di nitriti attraverso formaggi fusi, inoltre, può portare alla formazione di sostanze promotrici dei tumori.

Quali sono i benefici del pane integrale? Il pane integrale facilita la motilità intestinale. Grazie alla presenza di fibre non solubili, il pane integrale favorisce la motilità intestinale. Per questo è indicato per coloro che soffrono di disturbi come la stipsi. Il pane integrale non favorisce picchi glicemici elevati, perciò può essere consumato in quantità moderate anche da chi soffre di diabete. Il pane integrale è ricco di fibre: è indicato anche per chi sta seguendo una dieta dimagrante per perdere peso. Il pane integrale, infine, aiuta a mantenere normali livelli di colesterolo nel sangue e riduce il rischio di patologie cardiovascolari.

Come riconoscere un buon pane integrale? Bisogna anzitutto controllate la lista degli ingredienti. Vi si trova la scritta «farina integrale di…» seguita dal valore in percentuale. Se al suo posto vi si trova la dicitura “farina di frumento” seguita dalla dicitura “crusca” o “cruschello” allora siete di fronte ad un finto integrale che è stato realizzato con farine raffinate (00 o 0) alle quali è stata aggiunta crusca. Attenzione agli ingredienti: devono essere elencati in ordine di quantità decrescente. Quelli che compaiono per primi sono quelli contenuti in maggior quantità. Nel buon pane integrale, quindi, al primo posto c’è l’ingrediente”farina integrale”.

Torna in alto