Come mangiare la mela per abbassare l’indice glicemico? Ecco il trucchetto della nonna

Come mangiare la mela per abbassare l’indice glicemico? Mangiare una mela a fine pasto perché riduce la velocità di assorbimento di zuccheri e grassi. Con questo semplice trucchetto della nonna si stimolano alcuni enzimi che aiutano a regolare l’assorbimento degli zuccheri e si tiene sotto controllo la glicemia. La mela ha un indice glicemico basso pari a 35. Questo indice sale se la mela non viene mangiata fresca. La gelatina di mela cotogna con zucchero, per esempio, vede raddoppiare l’indice glicemico a 65, il succo succo di mela senza zucchero, invece, ha un indice glicemico di 50. Ecco perché la mela va mangiata fresca. La mela contiene, infine, la pectina che sembra ridurre il fabbisogno di insulina dei diabetici fino al 35%.

Quali sono i cibi con un basso indice glicemico? L’indice glicemico è la velocità con la quale i carboidrati e le proteine vengono digeriti, assorbiti, trasformati dal fegato e riversati nel sangue sotto forma di glucosio. Tra gli alimenti con un basso indice glicemico le noci. perché si aggira intorno a 15. Le noci aiutano a tenere sotto controllo l’appetito e in questo modo abbassano la glicemia. Il consumo quotidiano di circa 15 grammi di noci e altri 15 grammi fra nocciole e mandorle riduce il rischio di diabete di tipo 2, patologie cardiovascolari e tumori. Le noci sono ricche di sali minerali e sono una fonte di vitamina E.

Quali sono i cibi con un alto indice glicemico? Consumando alimenti con un alto indice glicemico la glicemia sale di più e molto più in fretta. Così facendo l’organismo si abitua ad utilizzare gli zuccheri al posto dei grassi e si tende ad ingrassare. Tra gli alimenti che possono avare un alto indice glicemico bisogno stare attenti alle carote. Le carote, infatti, presentano un indice glicemico basso ma solo a patto che non vengano cotte. In quest’ultimo caso, infatti, l’indice glicemico si alza notevolmente e quindi è bene porre tanta attenzione. Tra i cibi con un alto indice glicemico anche anguria e bevande energetiche alla frutta.

Quali sono i benefici della mela? La mela migliora la salute cardiovascolare, possiede un buon effetto diuretico, aiuta ad avere denti sani, aiuta a mantenere il peso forma, stimola la disintossicazione del fegato, rafforza il sistema immunitario, favorisce una buona digestione. Una sola mela è in grado di fornire elevate quantità di fitochimici che sono sostanze naturali che esercitano un effetto antiossidante proteggendo il corpo dai danni causati dai radicali liberi. Ecco perché la mela aiuta ad avere le cellule molto sane ed in questo modo, quindi, si riduce il rischio di sviluppare le malattie cardiache ma anche e soprattutto il cancro.

La mela aiuta chi ha la pressione alta? La mela è nota per il suo elevato contenuto di potassio, un minerale essenziale che le conferisce un effetto diuretico. Ecco perché mangiando la mela si favorisce l’eliminazione dei liquidi stagnanti e dei problemi che essi comportano. La mela, quindi, è consigliata ai pazienti con malattie infiammatorie o ipertensione, in quanto potenziano l’effetto dei farmaci. L’elevata concentrazione di antiossidanti della mela è stata associata alla riduzione del rischio di sviluppare malattie cognitive come l’Alzheimer.