Chi non deve bere il caffè tutti i giorni? Ecco l’incredibile risposta

Chi non deve bere il caffè tutti i giorni? Non deve bere caffè tutti i giorni chi soffre di ansia, nervosismo o chi sta subendo un periodo di stress. La caffeina, infatti, stimola la mente favorendo uno stato di veglia e di eccitazione che non fa bene alle persone che soffrono di ansia. Non deve bere il caffè chi ha problemi alla digestione ma anche chi ha problemi di stomaco, alla vescica, alla prostata e al cuore. Non deve bere il caffè tutti i giorni chi soffre di osteoporosi. La caffeina, infatti, stimola la diuresi e quindi facilita la perdita anche di alcuni sali minerali e sostanze importanti per la nostra struttura ossea. Ecco perché le donne in menopausa e quanti hanno problemi di osteoporosi dovrebbero bere caffè con moderazione e alla fine dovrebbero bilanciare queste eventuali perdite nutritive in altro modo.

Quali danni provoca il caffè? La caffeina contenuta nel caffè è dannosa per i cardiopatici con segni di insufficienza aortica ma anche ai nevrotici, agli artritici, ai dispeptici e alle persone che soffrono di affaticamento fisico. La caffeina contenuta nel caffè non fa bene alle persone affette da aritmia extrasistolica, ai portatori di alterazioni degenerative dei vasi ma anche agli arteriosclerotici. Il caffè torrefatto porta i tannino che possono provocare la diminuzione dell’accrescimento corporeo e dell’utilizzazione dell’azoto proteico. I tannini, infatti, formano un legame specifico con le proteine. In altre parole i tannini inattivano gli enzimi proteasi, lipasi ed amilasi e portano a delle interferenze negative nell’utilizzazione metabolica di molte sostanze nutritive.

Cosa contiene di dannoso il caffè? Il principale costituente del caffè è la caffeina, ma sono presenti anche bioflavonoidi, vitamine e sali minerali che annullano, in parte, gli effetti negativi della caffeina. Sono circa un migliaio i composti chimici presenti nel caffè. Alcuni di essi potrebbero essere utili alla ricerca farmaceutica per la produzione di farmaci per il cuore ma altri, studiati, si sono rivelati tossici. Il caffè è una miscela povera di nutrienti ma ricca di tossine. Nel caffè si trovano in quantità minori anche le metilxantine che sono sostanze alcaloidi come la 1,3 di-metilxantina che è conosciuta come “teofillina” che è prevalentemente presente nel tè. Nel caffè è anche presente la 3,7 di-metilxantina  che è conosciuta come “teobromina” prevalentemente presente nel cioccolato.

Quanto caffè si può bere durante la giornata? Il caffè è una delle bevande più consumate al mondo. Secondo alcune ricerche scientifiche il caffè non fa male, fatta eccezione in quelle persone che hanno alcune particolari patologie. Se consumato in dosi moderate, quindi, il caffè, può addirittura far bene costituendo una buona fonte di antiossidanti. Ma quante tazzine di caffè si possono bere durante il giorno? Tenendo presente che la quantità di caffeina da non superare è di circa 2-3 mg al giorno per kg di peso corporeo e sapendo che in una tazzina di espresso vi sono circa dai 40 agli 80 mg di caffeina il dato è preciso. Al giorno si possono bere da 3 a 5 tazzine di caffè. In questo modo non si accumula nel corpo la caffeina ma si riesce a metabolizzarla nell’arco della giornata senza avere “effetti dose farmacologici”.