Dimagrire con Piperina e Curcuma: come funziona?

Piperina e curcuma, molto più che semplici spezie

La cucina bio sta letteralmente spopolando tra gli amanti del cibo sano e al tempo stesso nutriente. Per chi non lo sapesse, la cucina bio è una vera e propria ragione di vita: è mangiare bene curando ogni minimo particolare, ogni dettaglio in grado di apportare migliorie al proprio organismo basandosi su una sola ed unica concezione, ossia che il cibo è medicina.

Clicca qui per acq

Già, perché è un dato di fatto che l’alimentazione, se rigorosa e seguita con regolarità, possa garantire il benessere fisico richiesto dal corpo umano per mantenersi giovane e in salute, come testimoniano le ricerche mediche mirate a scoprire quali sono gli alimenti realmente in grado di migliorare le funzionalità del corpo.

Per fare un esempio, piperina e curcuma sono due spezie essenziali per raggiungere la regolarità delle funzioni biologiche dell’organismo: la prima è un alcaloide contenuto nel pepe nero, e in particolare nella sua buccia, mentre la seconda è una spezia derivante da una delle specie differenti della pianta omonima.
La ricerca ha concluso che entrambe le spezie sono in grado di favorire la perdita di peso grazie alle proprietà e ai benefici insiti nella composizione chimica delle stesse.

Ma in che modo è possibile dimagrire facendo uso degli alimenti in questione? E come vanno consumate le due spezie? Facciamo il punto della situazione descrivendo prima di tutto le proprietà della piperina e della curcuma, per poi analizzare le modalità attraverso le quali inserire le due spezie in un eventuale schema alimentare.

Piperina: proprietà e benefici

Partiamo proprio dalla piperina. Come già anticipato, la piperina è contenuta nella buccia del pepe nero. Essa svolge un ruolo primario nel definire il gusto pepato tipico della spezia, consentendo agli alimenti sui quali viene aggiunta di arricchirsi dal punto di vista del sapore.
Particolarmente interessanti sono le proprietà insite nell’alcaloide in questione: la piperina consente infatti all’organismo di bruciare più calorie della norma. Tutto ciò avviene in seguito all’attivazione del processo termogenico, il quale coincide con l’accelerazione del metabolismo sino ad arrivare ad una sorta di “combustione” rapida dei grassi.

La proprietà dimagrante della piperina risiede proprio in questo fenomeno peculiare: bruciando una maggior percentuale di grassi l’organismo provvederà automaticamente a salvaguardare la massa magra, rendendo il corpo più snello e asciutto. Non è un caso che sia la piperina che la curcuma siano ingredienti fondamentali per la creazione di integratori adatti a chi svolge esercizi di sollevamento pesi, o anche solamente per chi ha intenzione di perdere peso in maniera più rapida.

Le straordinarie proprietà della curcuma

Veniamo ora a delineare le straordinarie proprietà garantite dalla curcuma e dalla sua assunzione. In primo luogo, la curcuma svolge un’importante funzione antiossidante fondamentale per prevenire l’invecchiamento cellulare. L’ossidazione, per l’appunto, è un fenomeno naturale che porta le cellule dell’organismo ad invecchiare in maniera precoce, comportando quindi il possibile manifestarsi di problematiche relative al funzionamento degli organi del corpo (dovuto alla morte delle cellule).

Oltre a questo, la curcuma svolge un’attività antinfiammatoria e antidolorifica: assumendola con una certa regolarità e abbinata con alimenti specifici è possibile alleviare eventuali bruciori diffusi in tutto il corpo. E in che modo la curcuma permette di dimagrire riducendo l’accumulo di grassi in eccesso?

L’eliminazione dei grassi in eccesso

La spezia originaria dell’Asia è in grado di bruciare letteralmente i grassi accumulatisi durante i pasti, e frutto anche di una vita sedentaria e caratterizzata da una scarsa attività fisica.
La curcuma, in particolare, così come la piperina, sono in grado di accelerare il metabolismo favorendo l’eliminazione della massa grassa.
Al tempo stesso, però, la massa magra viene mantenuta: ciò avviene nella misura in cui sono i grassi i primi a bruciare, rispetto alla componente magra della muscolatura.

Ecco quindi che inserendo sia la curcuma che la piperina all’interno di uno schema alimentare è possibile ridurre non soltanto il gonfiore addominale, ma la massa grassa più in generale. Accostando le due spezie ad alimenti quali carboidrati (meglio se integrali), pesce e carne bianca (la carne rossa va dosata, due giorni a settimana sono più che sufficienti), è possibile dare vita ad un regime alimentare di grande utilità ai fini del dimagrimento.

Curcuma e piperina vanno consumate solamente abbinate alle categorie di alimenti citati, e mai da sole, e in poco tempo sarà possibile denotare netti cambiamenti dal punto di vista della forma fisica e dell’accumulo di grasso nelle aree più soggette alla sua formazione. Provare per credere.