Cefalù, al museo una mostra di pupi e una collettiva di Rori

Si è conclusa la prima mostra di una trilogia pittorica dedicata alla sicilianità e ai suoi colori e che ha visto la collezione di pupi siciliani di Angelo Sicilia e Giuseppe Quolantoni accogliere le opere di Michelangelo Lacagnina. Un successo di visitatori al Museo Mandralisca che ha fatto registrare più di 1.500 presenze.

L’Associazione Roncisvalle e la Fondazione Mandralisca rilanciano nella proficua collaborazione e giorno 23 luglio hanno inaugurato la seconda delle mostre programmate come a rappresentare il complesso di tre opere di uno stesso autore che costituiscono un ciclo unitario in quanto srotolano uno stesso tema e comunque offrono caratteri di affinità. La mostra dei pupi allestita dall’Associazione RONCISVALLE nella sala espositiva del Museo, abbraccia le opere di ROSALBA CANNAVO’ in arte Rori che trare ispirazione proprio dall’antica e affascinante tradizione. Il titolo inequivocabile della mostra “INTRECCIO DI PUPI E COLORI”. Contestualmente nella sala a Piano Terra del Museo è allestita la mostra d’arte collettiva dal titolo “LE DONNE NELL’OPERA DEI PUPI” che accoglie le opere, oltre della stessa artista, di Daniela GARGANO, Cristina PATTI, Ambra PAVESI e Daniela PISCIOTTA.