Quando mangiare olio per dimagrire e abbassare la glicemia? Incredibile

Alcuni siti propongono di bere olio per dimagrire. Non è vero perché è un alimento che fa accumulare grassi. Aiuta invece ad abbassare la glicemia aumentando l’insulinemia offrendo nuove prospettive al diabetico.

Cosa mangiare per dimagrire?

I carciofi sono ottimi per dimagrire e in particolare le loro foglie. Basta preparare una tisana con le sole foglie di carciofi. E’ depurativa e drenante. Le foglie di carciofi consentono di sgonfiare la pancia, eliminare le tossine e aiutano a dimagrire. Contengono la cinanina che è una sostanza che rallenta la formazione del colesterolo dannoso e  migliora la circolazione. Le fibre dei carciofi sono utili al fabbisogno quotidiano, sgonfiano la pancia e quindi aiutano a dimagrire. In più fanno bene ai reni e alla cistifellea.

Quale frutta mangiare per abbassare la glicemia?

Le noci aiutano ad abbassare la glicemia ma bisogna stare molto attenti a non mangiarne troppe. Tengono sotto controllo l’appetito e abbassano la glicemia. Secondo alcune ricerche ne bastano 15 grammi al giorno per ridurre il rischio di diabete e tenere a bada la glicemia. Più noci si consumano e e meno si sviluppa il diabete. Le noci si possono mangiare in tanti modi. Si possono aggiungere alle insalate con lattuga ma anche a quelle miste o a quelle con la frutta. Le noci secche si possono aggiungere al pesto.

Quali sono i benefici del bere olio di oliva?

Bere olio evo fa bene perché sarebbe in grado di ridurre i marcatori infiammatori come ad esempio la proteina C reattiva. Il buon olio funziona come l’ibuprofene, un noto farmaco antinfiammatorio. Gli studi confermano che le persone che consumano regolarmente olio evo hanno meno probabilità di morire per infarti ed ictus. Assumere olio evo riduce il colesterolo cattivo, abbassa la pressione sanguigna, riduce l’infiammazione e migliora il rivestimento delle pareti dei vasi sanguigni. Recenti studi hanno dimostrato che quanti adottano una dieta ricca di olio extravergine hanno meno possibilità di sviluppare l’artrite reumatoide.

Cosa contiene il buon olio di oliva?

Il buon olio contiene grassi con minime quantità di acidi liberi. Apporta glicerolo, fosfatidi, pigmenti, composti aromatici, steroli e frammenti di oliva microscopici. Possiede flavoni come l’apigenina e la luteolina. Fra i flavonoli il giallo olio apporta la quercetina e il kaempferol. Ecco in sintesi cosa contiene:

  • Grassi 99,9%.
  • Carboidrati 0%.
  • Proteine 0%.
  • Fibre 0%.
  • Acqua 0%.
  • Indice glicemico 0.
  • Kcal 899.