Cosa succede a chi mangia i porri per abbassare il colesterolo, non ingrassare e diminuire la glicemia?

I porri offrono allicina e altri tiosolfinati che riducono il colesterolo. Apportano acqua e fibre che danno una sensazione di pienezza che fa mangiare poco. L’allicina dei porri si è dimostrata efficace per proteggere dalla neuropatia diabetica.

Cosa mangiare per abbassare il colesterolo?

Le arance aiutano ad abbassare il colesterolo. Le arance offrono una sostanza chiamata fitosteroli. Sono degli steroli vegetali. Un tipo di grasso che aiuta a bloccare l’assorbimento del colesterolo nell’intestino. Un composto trovato nelle bucce delle arance ha il potenziale per diminuire il colesterolo in modo più efficace di alcuni farmaci da prescrizione e senza effetti collaterali. Lo ha scoperto uno studio condotto da ricercatori statunitensi e canadesi. Ad avere queste proprietà sono i flavoni polimetossilati. Sono simili ad altri pigmenti vegetali delle arance.

Cosa mangiare per abbassare la glicemia?

Il comsumo di albumi è stato collegato a un migliore controllo della glicemia per i diabetici e diminuire il colesterolo. Un uovo contiene circa mezzo grammo di carboidrati che si pensa non aumentino la glicemia. Attenzione ad assumere gli albumi crudi quando si ha la glicemia alta. Uno studio ha scoperto che gli albumi crudi interferiscono con l’assorbimento della biotina. Questa è una vitamina B importante per il metabolismo dei grassi e dello zucchero e per la regolazione della glicemia. Gli albumi possiedono una glicoproteina chiamata avidina, che si lega alla biotina e la rende assorbibile dal tratto digestivo.

Quali sono i benefici dei porri?

I porri contengono folato che protegge i rivestimenti dei vasi sanguigni. Apportano il kaempferol che può ridurre il rischio di infarti e malattie. L’elevata concentrazione di antiossidanti può offrire protezione ai vasi sanguigni contro il danno ossidativo. Gli alti livelli di vitamina E riducono la diffusione di molecole pro-infiammatorie, come le citochine. I porri, tra le altre verdure verdi, sono una fonte di vitamina B6, quella responsabile della salute del nostro sistema nervoso. La presenza del manganese e dei folati evita la stanchezza. I porri sono ricchi di potassio che aiuta a ridurre la pressione alta.

Cosa contengono i porri?

Dei porri si consuma la parte bianca che è il cuore della pianta. La parte apicale verde è ottima se consumata in minestre, vellutate e risotti. Ha una maggiore concentrazione di vitamine. I porri crudi sfruttano meglio i valori nutrizionali. Ecco cosa contengono i porri in generale:

  • Acqua 83%.
  • Fibre 1,8%.
  • Zuccheri 3,9%.
  • Proteine 1,5%.
  • Glucidi 1,8%.