Cosa succede a chi mangia le noci per il colesterolo alto e i melograni per la glicemia alta? Incredibile

Le noci offrono le molecole di omega3 che diminuiscono il colesterolo cattivo. I melograni possiedono i polifenoli che si ripercuotono sulla glicemia riducendo l’assorbimento del glucosio attraverso l’intestino o i tessuti periferici.

Come mangiare le noci per abbassare il colesterolo?

Le noci si possono mangiare come spezza fame. Apportano acidi grassi ed in particolare quelli polinsaturi, soprattutto gli acidi linoleico e linolenico, rispettivamente della serie omega-6 e omega-3. Queste sostanze non sono sintetizzabili da parte dell’organismo e vanno introdotte con la dieta. Offrono anche arginina che è un potente vasodilatatore che protegge le arterie. Alcuni studi hanno dimostrato che mangiarle come spezza fame fanno bene nel limitare quello cattivo. Il consiglio è di mangiarne circa 30 grammi al giorno.

Come mangiare i melograni per abbassare la glicemia?

Questi frutti andrebbero mangiati sotto forma di succo per fare bene alla glicemia. Sono ricchi di di due sostanze: la pulicalina e la punicalagina. Il loro succo, ricco di questi polifenoli, può ridurre il picco glicemico postprandiale quando è consumato insieme ad un alimento ad elevato indice glicemico. Ecco perchè fa bene alla glicemia. Sembra che ci sia l’inibizione dell’α-amilasi da parte del composto polifenolico punicalagina, risultato molto più potente della punicalina e dell’acido ellagico. L’estratto ricco di polifenoli, contenente una concentrazione 4 volte maggiore di punicalagina, non ha mostrato lo stesso effetto.

Quali valori nutrizionali possiedono le noci?

Sono ricchi di sali minerali. Sono una fonte di vitamina E, omega 3 e melatonina. Sono ricchi di antiossidanti. Sono benefici per il sistema immunitario. Aiutano ad abbassare il colesterolo. Fanno bene al cervello. Contengono alcune importanti vitamine come quelle del gruppo B, in particolare la B1 e la B6, ma anche la E e l’acido folico. Sono inoltre ricche di acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi. Questi frutti migliorano l’umore, grazie alla presenza degli Omega 3, magnesio e triptofano. Ecco quali minerali in milligrammi contengono 100 grammi di noci:

  • Potassio 441.
  • Fosforo 346.
  • Magnesio 158.
  • Zinco 3,09.

Quali valori nutrizionali possiedono i melograni?

Riducono il peso, migliorano le difese immunitarie, proteggono dai tumori in particolare da quello alla prostata e dai linfomi. Hanno la Punicalagine che è un forte antiossidante presente nel succo e nella buccia. Vi si trova anche l’acido punicico che ha effetti biologici importanti. Protegge nei confronti dell’aterosclerosi. Questo grazie all’azione diretta sui livelli di colesterolo LDL. Riducendo il colesterolo cattivo, si evita il deposito sulle arterie e la conseguente occlusione che può portare anche a ictus.
Ecco quali minerali in milligrammi contengono 100 grammi di melograni:

  • Calcio 10.
  • Potassio 236.
  • Magnesio 12.
  • Zinco 0,35.