Termini Imerese. “La raccolta fondi” del Comitato per celebrare il VI centenario della Nascita al Cielo del Beato Agostino Novello

La comunità religiosa di Termini Imerese sin dagli inizi del XX secolo, si programmò in largo anticipo per celebrare la memoria del Beato Agostino Novello. I preparativi si avviarono nel 1902, poi, all’approssimarsi del 600° anniversario della sua morte (1309-1909), il comitato organizzatore si fece promotore di una spontanea e autonoma iniziativa, consegnando o inviando a ciascun benefattore una scheda di sottoscrizione “onde organizzare i preparativi delle feste, e compiere con insolito splendore la faustissima commemorazione”.

Il comitato, di cui oggi siamo in grado di conoscere i nomi dei loro componenti (che ora qui pubblichiamo per la prima volta), era costituito:

dal Presidente, l’Arciprete Saverio Palmisano;

dal Canonico Giuseppe Zammitti, Vicario Foraneo;

dal Sacerdote Giuseppe Arrigo;

dall’Avvocato Filippo Balsamo Strangi;

e dal Notaio Pietro Benincasa.

Il foglio prestampato, composto di quattro facciate (30,5×20,5), fu fatto pervenire a un termitano d’oltreoceano. In realtà, il foglio bianco viaggiato, fu spedito a Mr. Gaspare Di Cola, all’indirizzo seguente: Commercial Street n. 108, Boston (Massachusetts), United States.

Il piego, contiene nella prima facciata l’appello di “fundraising”; nella terza facciata invece, vi è impressa la scheda di sottoscrizione, la n. “56”, che riporta oltre al numero d’ordine degli aderenti, anche il cognome e nome, l’importo in lire e in centesimi. Un nota bene (N.B.), puntualizza che: “Coll’invio delle somme raccolte si prega di voler restituire la presente Scheda per pubblicare i nomi dei sottoscrittori”.

Al Beato Agostino Novello (1240 circa – Siena 19 maggio 1309), gli furono tributati solenni onori, sin dal 1620, anno in cui giunse da Siena a Termini la sua reliquia: l’avambraccio (ulna e radio). Poi, sempre dal predetto foglio, apprendiamo che nel 1758, il Municipio sostenne le spese per la beatificazione, quest’ultima, avvenuta nel 1759 (Cfr. Tracce agostiniane a Termini Imerese: Il culto del Beato Agostino Novello, la sua canonizzazione nel 1759, e un suo ritratto “ritrovato”. Cefalùnews 22 ottobre 2021). Pertanto, sicuri di far piacere ai lettori, riportiamo qui di seguito, il testo inedito dell’appello del 1907.

 

Per le Feste del VI° Centenario

DEL

Beato Agostino Novelli

 

        Cittadini,

  Dopo cinque anni dal primo appello del Rev.mo Arciprete, sospeso nell’esecuzione per il meglio dell’opera, noi del Comitato oggi ci rivolgiamo a voi, fiduciosi per dirvi, che non sono più nove anni ma soli due, che mancano per celebrare con giubilo e pubbliche feste la VIa centenaria commemorazione della preziosa morte del nostro Concittadino:

«Beato Agostino Novelli.»

  Questo nome, celebre per le sue virtù religiose e civili e per la protezione che esercita in nostro favore, ci è oltremodo caro; e noi non possiamo negare che quante volte abbiamo invocato il di lui aiuto non c’è mancato giammai.

  I nostri padri, animati da viva fede seppero dargli solenni e pubblici onori. Al 1620 col favore del Gran Duca di Toscana, ottennero la insigne reliquia che possediamo, e l’accolsero con la più affettuosa dimostrazione. Al 1758 con somme vistose il nostro Municipio sostenne le spese per la Beatificazione, e al 1835 ricorrendo il centenario della nascita si volle ancora solennizzare quella data; ed i nostri vecchi ne ricordano i tripudi e le feste. Ma la data da celebrarsi con tutta solennità è il centenario della preziosa morte del nostro Beato Concittadino, molto più che in quella ricorrenza nutriamo fiducia che saranno trasportate in patria solennemente il resto degli avanzi mortale di lui, che ancora restano in Siena.

   Ad attuare pertanto il nobile ideale vagheggiato da tanto tempo, vi replichiamo che non restano altro che due anni, i quali appena bastano per raccogliere un po’ di denaro, mercè schede di sottoscrizione, onde organizzare i preparativi delle feste, e compiere con insolito splendore la faustissima commemorazione. E tale nostro ardente desiderio speriamo, che abbia anche un’eco generosa nello slancio pietoso dei nostri concittadini sparsi nelle Americhe, da cui ci aspettiamo la maggior parte degli aiuti che concorreranno a rendere oltremodo splendida la VIa centenaria ricorrenza del nostro Beato, e segnare così nei nostri annali una pagina gloriosa di sentimento religioso e di patria riconoscenza.

Termini Imerese, lì               1907, 

Il Comitato

Rev.mo Arciprete Palmisano – Presidente

Can. Giuseppe Zammitti, Vic. For.

Sac. Prof. Giuseppe Arrigo

Avv. Filippo Balsamo Strangi

Notar Pietro Benincasa

 

Sitografia:

Giuseppe Longo, 2021, “Il 600° anniversario della morte del Beato Agostino nelle pagine di storia termitana del Canonico Rocco Cusimano”. Cefalùnews, 8 giugno.

Giuseppe Longo, 2021, “Per i seicento anni dalla morte del B. Agostino Novello: Il fausto giorno del 19 maggio nel ricordo di Francesco Faciano”. Cefalùnews, 13 ottobre.

Giuseppe Longo, 2021, “Tracce agostiniane a Termini Imerese: Il culto del Beato Agostino Novello, la sua canonizzazione nel 1759, e un suo ritratto “ritrovato”. Cefalùnews, 22 ottobre.

 

Si ringrazia per il materiale iconografico Francesco La Mantia, collezionista.

Foto per gentile concessione di Francesco La Mantia.

 

Giuseppe Longo

giuseppelongoredazione@gmail.com

@longoredazione