Come mangiare le Noci per eliminare problemi di colesterolo e glicemia? Meraviglioso ecco l’unico consiglio

Consigliamo di mangiare le noci fresche. Rispetto alle noci secche contengono più acqua. A parità di peso sono meno caloriche di quelle secche. Ecco perché sono consigliate a quanti hanno il diabate e devono stare molto attenti alla glicemia.

Quando si possono mangiare le noci fresche?

Le noci novelle si trovano alla fine dell’estate e sono una vera primizia d’autunno. Si possono congelare. Se conservate correttamente in un contenitore ermetico restano fresche nel congelatore fino a 1 anno. Congelarle è facile. Occorre metterle in un contenitore per congelatore in plastica che ha la capacità di sigillare ermeticamente oppure in un sacchetto per congelatore sigillabile. Bisogna sempre mettere la data di congelamento per sapere entro quando bisogna consumarle.

Chi ha il diabete può assumere le noci?

Certo. Le noci contengono gli acidi grassi polinsaturi. Queste sostanze, soprattutto gli omega-6, si associano a una riduzione del rischio di diabete di tipo 2. Si trovano anche nei semi di girasole, soia, sesamo. E poi nel germe di grano, nelle arachidi e nelle mandorle. E infine mais, olive e legumi.

Chi ha il colesterolo alto può assumere noci?

Le noci rientrano a pieno titolo tra gli alimenti utili per tenerlo sotto controllo. Le noci devono però inserirsi nel contesto di una dieta equilibrata e di uno stile di vita sano. Anche le mandorle vanno bene. Possiedono un alto livello di contrasto verso questa parologia. Il merito è tutto dei loro grassi monoinsaturi e polinsaturi che sono in grado di ridurre quello cattivo LDL. Le mandorle prevengono il diabete. Il loro olio ha proprietà lubrificanti e emollienti.

Quale frutta abbassa la glicemia?

Mele, pere, nespole, fragole, albicocche, arance, pesche e lamponi. Per la glicemia alta attenzione invece a banane, uva e frutta secca. Le mele contengono la pectina che contribuisce all’eliminazione di scorie nocive per il nostro organismo. Sembra sia in grado di ridurre il fabbisogno di insulina dei diabetici fino al 35%. Le pere aiutano a migliorare la sensibilità all’insulina e fanno bene a chi deve abbassare la glicemia.

Che verdure assumere con il colesterolo alto?

Carote, broccoli e cavolfiori sono ricchi di fibre. Broccoli, asparagi, piselli freschi e spinaci possiedono elevati livelli di acido folico. Questa molecola abbassa i valori di omocisteina che è una sostanza che favorisce l’ossidazione del colesterolo cattivo. Bisogna limitare dolci, bevande zuccherate e carne rossa. In questo modo si può ridurre il colesterolo cattivo e proteggere il cuore. Si possono mangiare 2/3 porzioni di frutta al giorno.