Se vuoi vedere il comune della Sicilia con l’Aquila reale  ecco la località che devi subito visitare

I suoi abitanti sono appena 1.842 e si estende su una superficie di 24,47 chilometri quadrati. Si trova nel palermitano e la sua festa patronale si tiene il 10 settembre. All’interno di questo comune abitano 786 famiglie. Il reddito medio si aggira intorno ai 6782 euro e l’età media degli abitanti è di circa 45,2 anni. Stiamo parlando di Baucina (baucinesi) che fra i suoi luoghi di interesse ha La Grotta di Mazzamuto. Tra i suoi piatti caratteristici è da gustare la cotoletta all’aceto.

Il territorio

Baucina si trova a 35 chilometri da Palermo. il territorio montuoso fa parte della Riserva Naturale Orientata di Pizzo Cane 1243 metri, Pizzo Trigna 1257 metri e Grotta Mazzamuto. Questi sono aree di origine protetta di 4500 ettari, si affacciano sul versante occidentale del Parco delle Madonie direttamente sul mar Tirreno. Le origini di queste terre sono sedimentari di gusci e scheletri di animali di terra e mare. In questo territorio spettacolare é possibile ammirare una vasta distesa di querce e vedere volteggiare in cielo l’Aquila Reale. Importante la Grotta Mazzamuto dove nel passato si pensava abitassero dai giganti.

Un po’ di storia

Le prime notizie storiche sugli abitanti di Baucina risalgono agli anni 1655-56. I suoi abitanti arrivavano paesi vicini. Nel Settecento si registra la venuta nel febbraio del 1789 del corpo di Santa Fortunata. Il  settecento fu un anno ricco di avvenimenti. Come una  rivoluzione  nel 1775 contro i privilegi dei baroni del tempo. Furono edificate anche Chiese e un convento. Anche nell’ottocento intensa fu al vita politica. Nota curiosa: ogni volta che si votava per il rinnovo dell’amministrazione comunale si presentavo tre liste, presentate dal sindaco in carica, dal parroco e dal giudice. Luogo di grande fede che diede i natali Fra Mario da Baucina e Padre Illuminato da Baucina ricordati per il loro  amore per la comunità.

Nella città di Baucina la seconda domenica di settembre, inizia la festa in onore della patrona Santa Fortunata. Qui si svolge la processione delle reliquie della Santa Martire ricomposte in una urna dorata e portata a spalle da circa un centinaio di portatori.

La ricetta.

La Cotoletta all’aceto Baucinese e un’antica ricetta riservata ai giorni di festa: le fettine di carne vanno ammollate, per 10 minuti in aceto e infarinate. Sbattere uovo e sale, mescolare pangrattato e parmigiano: passare le fettine infarinate nell’uovo, nel pangrattato, impanarle per bene; friggere e asciugare su carta da cucina per evitare che l’olio in eccesso ne rovini la consistenza.
Baucina può essere raggiunta dalla statale Palermo Agrigento SS121