Un percorso Geopark sulla Scogliera di Cefalù

Un percorso Geopark sulla Scogliera di Cefalù. Il sito geopark Unesco del Parco delle Madonie si arricchisce di un nuovo progetto per turisti e cittadini. Dopo l’aggiornamento della rete sentieristica della Rocca, infatti, nascerà un percorso tematico che aggiunge informazioni e bellezza alla passeggiata già fruibile intorno alla scogliera del fronte Nord della città.
L’iniziativa, nata grazie ad una collaborazione tra Comune di Cefalù, Parco delle Madonie e la partecipazione dell’Università di Palermo. E’ stata annunciata all’interno della giornata nazionale Federparchi che si è svolta nella cittadina normanna.
Nello specifico, si tratta di un progetto tematico che prevede la valorizzazione e l’individuazione di fossili e altri elementi che caratterizzano la storia del sito. Potranno essere apprezzati mediante targhe esplicative e codici Qr, consentendo agli appassionati di avere notizie in più su ciò che stanno osservando.
Un percorso Geopark sulla Scogliera di Cefalù: il progetto prevede la realizzazione di un percorso didattico didascalico al fine di far scoprire il patrimonio geologico (con le sue implicazioni etno-antropologiche) del territorio cefaludese.
Ciò, attraverso la realizzazione di un geosito, ad integrazione dei geositi già individuati all’interno del Madonie Geopark Unesco (come la Rocca di Cefalù). Nascerà un percorso a tema rivolto alla fruizione geoturistica del sentiero naturalistico – storico archeologico del fronte nord della costa cefaludese, che si sviluppa a tergo della cortina megalitica.  Dal Molo di Piazza Marina a Capo Sant’Antonio.
“Questo progetto – spiega il sindaco Daniele Tumminello – rappresenta un ulteriore arricchimento della passeggiata già esistente lungo la costa, che adesso potrà unire alla bellezza paesaggistica anche elementi di interesse scientifico per i turisti e i cittadini”.
“Questa iniziativa – aggiunge il presidente del Parco delle Madonie Angelo Merlino – rientra in un più ampio piano di valorizzazione dei sentieri che rendono unico il nostro territorio. Un piano che tocca i borghi dell’entroterra e che si affaccia sul mare come avverrà sulla scogliera di Cefalù”.