Cosa succede a chi mangia i broccoli fritti? Ecco l’incredibile risposta

Cosa succede a chi mangia i broccoli fritti? Come per tutte le fritture si corre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 ma anche le malattie cardiache e obesità. Secondo uno studio pubblicato su National Library of Medicine mangiare di frequente cibi fritti porta un rischio più elevato di morte a causa di malattie cardiovascolari.

Come si preparano i broccoli fritti? Sono un antipasto saporito e sfizioso. Una buonissima idea per far mangiare i broccoli a chi non li ama. Si possono servire da soli o associandoli ad altre fritture come salvia, fagioli o bastoncini di zucchine. Si possono abbinare a qualcosa di più leggero, come una bella insalata mista o un plumcake salato. Bisogna preparare anzitutto la pastella. Nel frattempo si mondano i broccoli, lavandoli e dividendoli in cimette. Lessarli per circa 8 minuti in acqua bollente. Scolarli e farli raffreddare. Prendere una cimetta alla volta e intingerla nella pastella.

Quale olio usare per i broccoli fritti? Un olio è più resistente quando contiene molti acidi grassi monoinsaturi. Nel buon olio di oliva il contenuto di acido oleico è superiore a tutti gli altri. Buono anche l’olio di arachide che è ideale per una buona frittura. L’extravergine di oliva ha delle sostanze che lo rendono pregiato ma ad alte temperature vengono degradate. Il suo utilizzo nelle fritture non è consigliato. Non vanno bene nemmeno olio di girasole, soia e mais. Si deteriorano se esposti all’aria e ad alte temperature. L’olio di oliva non extravergine e quello di semi di arachidi sono quelli che vanno bene per la frittura. Attenzione a non friggere mai i broccoli a una temperatura inferiore a 160 e superiore a 180 gradi. È in questo intervallo che si ottiene la migliore cottura senza sostanze tossiche. Gli oli di oliva e di semi di arachidi vanno bene.

Come friggere i broccoli? Scaldato l’olio in una casseruola vi si vanno mettendo ad una ad una le cimette dei broccoli intinte per bene nella pastella. Devo essere completamente coperte prima di metterle nell’olio. Friggete girandole ogni tanto finché non sono ben dorate. A questo punto sollevatele e lasciatele asciugare su carta da cucina. I broccoli fritti sono pronti a vanno serviti subito. Attenzione a non esagerare. Il consiglio è di mangiarli di tanto in tanto anche se sono buonissimi. Si possono servire con una buona insalata mista perchè è perfetta per addolcire e alleggerire un po’ la frittura. Il consiglio è di bere e magari aggiungere un poco di pane integrale. Se i broccoli fritti restano si possono conservare in frigo per un paio di giorni al massimo.

broccoli