Mangiare la pizza con il diabete. Ecco cosa succede dopo 5 ore

La pizza è il piatto simbolo della tradizione culinaria italiana. E’ amata in tutto il mondo ed ha un profumo inconfondibile. Nessuno, ma proprio nessuno, riesce a resisterle. Si può assumere in tantissimi modi e a tutte le ore. Si può mangiare la pizza con il diabete?

Chi ha il diabete può mangiare la pizza?

Certo. Non ci sono problemi a patto che si realizza seguendo un procedimento specifico. Da sempre l’ostacolo che ha impedito ai diabetici di prendere la pizza è stato l’amido. Questa sostanza è una molecola del macro-gruppo dei carboidrati. E’ composto da un numero elevato di unità di glucosio polimerizzate. E’ questo quindi il principale responsabile che porta ad escludere la pizza dalla dieta dei diabetici. Basta pensare che una normale pizza può anche contenere fino a 100 grammi di amido. Troppo per una persona diabetica.

Come mangiare la pizza con il diabete?

L’ideale è scegliere una pizza fatta con sola farina integrale. va condita con ingredienti che apportano proteine. Per questo andrebbe bene una pizza farcita con prosciutto e formaggio. Da evitare una marinara. Buone sono le proteine come i grassi buoni che si trovano nell’olio extravergine aggiunto a crudo. In questo modulano la risposta agli zuccheri e la rendono meno violenta. Attenzione non va scelta per nesusn motivo la pizza fritta. Tra gli ingredienti non vanno messe nemmeno le patatine fritte. I grassi trans che si trovano nella frittura non aiutano il diabetico.

Come abbassare l’indice glicemico della pizza?

Bisogna farla precedere da un abbondante piatto di verdure crude. Condite con olio e molto limone. Il pane dovrà essere a base di farine integrali e comunque le meno raffinate possibili. Importante che sia a lievitazione naturale con pasta acida. Nella pizza evitare la salsa con poco formaggio e molte verdure crude. Il consiglio è di dividere le porzioni a metà. Prendere soltanto metà del pane per limitare l’assunzione di carboidrati. Scegli la pizza a crosta sottile e soprattutto lascia la crosta.

Mangiare la pizza con il diabete. Ecco cosa succede dopo 5 ore

Non tutti lo sanno ma la pizza può influenzare il livello della glicemia nel sangue del diabetico per più di otto ore. C’è a volte bisogno di un apporto lento e costante di insulina per tenere i livelli della glicemia ottimali. Secondo uno studio scientifico americano la pizza ha un alto carico glicemico. Per questo può provocare il picco glicemico anche dopo 6 – 8 ore.