Non comprare questa marca di pasta perchè ha pesticidi dentro: ecco di che marca parliamo

Quando parliamo di pasta tutti pensiamo subito a un buon piatto di spaghetti. In realtà la pasta è molto più di questo perchè ne esistono moltissimi formati fatti anche con farine diverse. E’ il piatto principale della dieta mediterranea e si distingue in tre grandi categorie: fresca, secca e all’uovo. La pasta si può cucinare in mille modi: da quella asciutta a quella in brodo, da quella al forno a quella alla piastra. Anche fra i condimenti ne abbiamo tantissimi e vanno da quelli semplici a quelli più ricercati.

Uno studio condotto dalla rivista svizzera K-tipp ha riportato all’attenzione la presenza di pesticidi nella pasta. Il test ha osservato 18 confezioni di pasta e di questi 13 provenivano da agricoltura convenzionale e 5 da quella biologica. Dei 13 pacchi che provenivano da agricolutura convenzionata ben 10 avevano residui di glifosato anche se non troppo alte e al di sopra dei limiti di legge. A preoccupare il fatto che 4 di questi confezioni sono pasta di marca italiana che finisce spesso sulle nostre tavole. Nessun problema invece per la pasta di agricoltura bio in quanto in nessuno dei 5 pacchi si sono trovati residui di glifosato e pesticidi.

Perchè nella pasta si trovano i pesticidi? Il grano viene attaccato da insetti parassiti sia prima della mietitura che dopo la raccolta in magazzino. I più comuni sono afidi, cimici, lema, zabro gobbo, tignola del culmo e della spiga, mosca frit e cecidomia equestre. In particolare gli afidi possono compromettere il raccolto mentre le cimici rendono le farine non idonee alla panificazione e alla produzione di pasta. Nei campi agricoli tradizionali italiani sono state trovati 20 sostanze chimiche diverse.

Oggi grazie all’agricoltura biologica alcune specie di insetti dannosi per i cereali si combattono attraverso altri insetti. Questi ultimi uccidono quelli dannosi senza danneggiare alla fine la pasta. In questo modo nella pasta, quindi, non si hanno resti di pesticidi. In altri casi si adottano sostanze naturali per combattere Coleotteri e Lepidotteri delle derrate. Anche in questi casi alla fine non si hanno tracce di pesticidi nella pasta. Le tecniche di contenimento biologico, quindi, risolvono problemi antichi senza infestare la pasta con pericolose sostanze chimiche.

In conclusione a chi cerca adesso la marca di pasta da non comprare, perchè ci sono i pesticidi, diciamo che solo scegliendo le marche di pasta biologica si ha la certezza di non portare a tavola residui di pesticidi. Attenzione a tenere gli occhi aperti sulle etichette nella pasta. Solo così si può riconoscere e verificare la qualità e l’autenticità della pasta che compriamo. I prodotti bio devono essere etichettati e nelle etichette va indicato il codice dell’organismo che controlla l’operatore che applica le etichette sulle confezioni.