La NASA seleziona L3Harris per sviluppare l’imager per il satellite NOAA

La NASA seleziona L3Harris per sviluppare l’imager (dispositivo per registrare le immagini rilevate dal satellite) per il satellite NOAA.
La NASA, per conto della National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA), ha selezionato L3Harris Technologies Inc. di Fort Wayne, Indiana, per sviluppare l’imager per il programma satellitare GeoStationary Extended Observations (GeoXO) della NOAA.
Questo contratto ha un valore di circa 765,5 milioni di dollari. Include lo sviluppo di due strumenti di volo e opzioni per unità aggiuntive. Il periodo di durata totale previsto per questo contratto è di 15 anni. Il lavoro sarà completato presso le strutture L3Harris, il Goddard Space Flight Center della NASA a Greenbelt, nel Maryland, e il Kennedy Space Center dell’agenzia in Florida.
Il GeoXO Imager (GXI) è lo strumento principale per la missione GeoXO.
GXI è un radiometro ad imaging passivo multicanale utilizzato per misurare i dati ambientali.

Lo strumento fornirà in tempo reale immagini ad alta risoluzione nel visibile e nell’infrarosso per il monitoraggio del tempo, dell’oceano e dell’ambiente dell’emisfero occidentale.

GXI sarà utilizzato per un’ampia gamma di applicazioni relative a forti tempeste, uragani, aviazione, pericoli naturali, atmosfera e oceano. GXI monitorerà la formazione delle nuvole, il movimento atmosferico, la convezione, la temperatura della superficie terrestre, il fuoco, il fumo, la polvere, i pennacchi di cenere vulcanica, gli aerosol, la qualità dell’aria, la salute vegetativa e altro ancora.
NOAA gestisce una costellazione di satelliti ambientali geostazionari per proteggere la vita e la proprietà in tutto l’emisfero occidentale.

Il programma GeoXO è il seguito del programma Geostationary Operational Environmental Satellites – R (GOES-R).

Il sistema satellitare GeoXO farà avanzare le osservazioni della Terra dall’orbita geostazionaria. La missione fornirà informazioni vitali per affrontare le principali sfide ambientali del futuro a sostegno delle operazioni meteorologiche, oceaniche e climatiche negli Stati Uniti.
Le capacità avanzate di GeoXO aiuteranno ad affrontare il nostro pianeta in evoluzione e le esigenze in evoluzione degli utenti di dati di NOAA.
NOAA e NASA stanno lavorando per garantire che queste osservazioni critiche siano disponibili entro i primi anni ’30 del 2000, quando la serie GOES-R si avvicina alla fine della sua vita operativa.
Per ulteriori informazioni sul programma GeoXO, visitare:
https://www.nesdis.noaa.gov/geoxo
Foto Credit Nasa NOOA.

Cambia impostazioni privacy
Torna in alto