Insetti e coleotteri dentro questa marca di burro: ecco di che marca parliamo

burro

Il burro è un alimento molto ricco di grassi. La percentuale di grasso che si ha nel burro si aggira intorno all’80% perchè per legge non ne può avere una più bassa. Anche per questo il burro è un alimento molto calorico tanto che un etto apporta ben 717 calorie che sono 13 volte in più rispetto a quelle della mela e il doppio rispetto alla salsiccia. Per fare il burro il latte va separato dalla panna che si ottiene lasciandolo riposare per qualche ora dopo la mungitura.

Una volta ottenuta la panna vi si separano meglio i grassi dall’acqua e così si ottiene il burro che viene confezionato nei classici “panetti” che troviamo al supermercato. Esistono diversi tipi di burro: ordinario, addizionato di sale, centrifugato, chiarificato, a ridotto contenuto di grassi, anidro, millesimato e fresco di panna. Anche se l’Italia non è tra i paesi che producono maggiormente il burro in commercio se ne trova tantissimo di origine italiana. Per un burro di qualità bisogna sempre stare attenti all’etichetta. Per mantenerlo occorre conservare il burro in frigo ad una temperatura di 4 gradi. Anche quando si usa è importante prendere solo la quantità che serve.

Quale marca di burro contiene insetti e coleotteri? Da alcuni giorni si vendono diversi prodotti con gli insetti oppure che contengono vermi e grilli aromatizzati al pomodoro, alla pizza e persino al burro. E’ il caso, per esempio, delle “Camole al caramello e burro salato” che vengono vendute on line. Sono in particolare delle larve della farina disidratate ovvero scientificamente parlando si tratta del Tenebrio molitor che sono dei coleotteri conosciuti anche con il nome di tenebrione mugnaio.

Il sito che vende le Camole al caramello e burro salato scrive che si tratta di gustosi insetti resi perfettamente dorati e croccanti. Si possono abbinare ad una cioccolata calda oppure mangiare con un toast alla marmellata di fichi. In defintiva si possono anche apprezzare mangiandole direttamente come spuntino. Un pacchetto di 15 grammi, così come viene venduto, contiene il 6,9% di caramello al burro salato che porta zucchero di canna, sciroppo di glucosio, latte concentrato zuccherato, burro, sale di Guérande.

In conclusione a chi acquista e mangia questo nuovo alimento al gusto di burro ricordiamo di stare molto attento se ha allergie a molluschi o crostacei. Gli insetti infatti possono dare problemi di allergia e quindi bisogna stare molto attenti nel mangiarli. Fra i sintomi di un’allergia ai molluschi si hanno: Dolore addominale, diarrea, nausea, vomito, crampi allo stomaco. Eruzione cutanea (orticaria allergica), prurito, eczema. Respiro sibilante, congestione nasale, respiro affannoso, tosse ripetuta. Attenzione quindi a mangiare questo burro con gli insetti.

Cambia impostazioni privacy
Torna in alto