Earth Day: Angelo Spina, arcivescovo di Ancona Osimo, commenta la «Laudato si’» ospite del Festival del Cinema di Cefalù

M

Earth Day: Angelo Spina, arcivescovo di Ancona Osimo, commenta la «Laudato si’» ospite del Festival del Cinema di Cefalù. Ecco il video:

Mons. Angelo Spina è nato il 13 novembre 1954 a Colle d’Anchise in Provincia e Diocesi di Campobasso.
Venne ordinato sacerdote il 5 gennaio 1980 da mons. Pietro Santoro
Nel dicembre 1999 divenne parroco dell’antica cattedrale di Bojano, di cui promosse interventi di ristrutturazione e la realizzazione del ciclo pittorico.
Nel 2005 venne nominato vicario episcopale per il santuario dell’Addolorata di Castelpetroso.
Ha dedicato molto di sé alla scuola ed alla formazione dei giovani, ha insegnato ventisette anni nei licei, si è distinto come pubblicista, scrittore e poeta.
L’ordinazione episcopale gli è stata conferita da S.E. Mons. Armando Dini, Arcivescovo Metropolita di Campobasso – Bojano il 9 giugno 2007.
Mons. Angelo Spina è il delegato regionale del laicato e della cultura e comunicazioni sociali.
Nominato Vescovo di Sulmona – Valva dal Santo Padre Benedetto XVI ha fatto il suo ingresso in Diocesi nella Cattedrale di S.Panfilo in Sulmona il 23 giugno.
Nominato successivamente da Papa Francesco il 14 luglio 2017 Arcivescovo Metropolita di Ancona-Osimo, fa il suo ingresso nella Arcidiocesi di Ancona-Osimo l’1 ottobre 2017.
Alla fine della proiezione i video sono stati scaricati sulla piattaforma YouTube del Festival del cinema di Cefalù a disposizione di quanti non hanno potuto partecipare alla Proiezione on line.
Il Festival del Cinema di Cefalù aderisce a Earth Day Italia. E con l’hashtag #onepeopleoneplanet entra nel “Villaggio per la terra” contribuendo con il suo programma. Le manifestazioni in occasione dell’Earth Day organizzate dal Festival del Cinema di Cefalù hanno ricevuto il patrocinio dal presidente di Earth Day Italia Pierluigi Sassi. Le iniziative del Festival sono state inserite, e sono le uniche per tutto il territorio, sulla mappa di Earth Day internazionale. Anche il Festival afferma: “Io ci tengo”.

Torna in alto