Anche Cefalù ha celebrato la giornata per la Fibromialgia “Non più inVISibili”

Anche Cefalù ha celebrato la giornata mondiale per la Fibromialgia. E lo ha fatto colorando di viola la facciata del Municipio.
Il 12 maggio segna un importante evento nel panorama della salute globale: l’Associazione italiana Sindrome Fibromialgica riaccende i riflettori sulla fibromialgia con l’iniziativa “Non più inVISibili”. Questa condizione cronica, caratterizzata da dolore muscolo-scheletrico diffuso e affaticamento, continua a sfidare la comprensione e la diagnosi, nonostante colpisca una percentuale significativa della popolazione mondiale, soprattutto quella femminile.
La fibromialgia, considerata una sindrome per la presenza simultanea di vari segni e sintomi clinici, ha a lungo sofferto di un’identità invisibile nella comunità medica e sociale. Nonostante sia stata riconosciuta come patologia dalla Classificazione internazionale delle malattie dell’OMS dal 1992, la sua complessità e la mancanza di un codice di esenzione spesso hanno portato alla sottovalutazione dei suoi impatti sulla vita dei pazienti.
In occasione della Giornata Mondiale della Fibromialgia, che quest’anno celebra la sua trentaduesima edizione il 12 maggio, l’Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica ODV – AISF, rilancia l’iniziativa “Non più inVISibili” in tutto il territorio nazionale.
Questo movimento, che ha registrato un notevole successo negli anni precedenti, mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla fibromialgia, attraverso l’illuminazione di piazze, edifici e monumenti in viola, il colore simbolo della causa.
Parallelamente, l’AISF continua a promuovere una campagna di sensibilizzazione, iniziata nel 2021, che vede il posizionamento di panchine viola, accompagnate dalla frase “Il nostro dolore merita riposo”. Questo gesto non solo informa la comunità sulla fibromialgia, ma invita anche al supporto e alla comprensione per coloro che vivono con questa condizione.
L’iniziativa “Non più inVISibili” e la campagna “Il nostro dolore merita riposo” non solo portano l’attenzione sulla fibromialgia, ma incoraggiano anche una maggiore solidarietà e consapevolezza nei confronti dei pazienti. Questo 12 maggio, mentre l’Italia si tinge di viola per celebrare la Giornata Mondiale della Fibromialgia, siamo tutti invitati a riflettere sulle sfide affrontate dai milioni di individui che lottano contro questa patologia invisibile ma significativa.

FIBROMIALGIA COSA E’ E  COME SI MANIFESTA

 

 

Cambia impostazioni privacy
Torna in alto